Il cuore del prossimo numero 9

di Simone Navarra |

Higuaín vuole restare in maglia bianconera. Kean non riceve offerte adeguate. Mandzukic sembra un ingombro anche se il suo destino è quello di star fuori dalle formazioni tipo di luglio per poi esser titolare da ottobre a maggio, quando conta. È un interrogativo con molte strade e altrettante risposte quello che chiede di svelare il prossimo indossatore della numero 9 juventina. Senza aggiungere meraviglie tattiche e di mercato che possono venire dal cappello di quel diavolo di Paratici. Neymar o Icardi? Perché non Lukaku, facendo un dispetto a zio Marotta? Oppure qualche sorpresa dell’ultima ora?

Gli esperti, quelli che sanno, dicono che più di qualcosa si svelerà dopo l’8 di agosto, giorno in cui chiuderà il mercato in Inghilterra. Ancora qualche settimana di attesa e vedremo. La speranza, umana e sincera, è che non si tolga il sorriso di quel fratello sfortunato di Higuain che potrebbe svolgere il compito doppio o triplo che pretende Ronaldo. Per ora sembra che tutto vada bene, tra canzoncine e foto di rito. Le partite più o meno blasonate sono superflue e conta solo lo stato di forma da trovare. Bisognerebbe avere la palla di cristallo per trovare una soluzione. Anche se più volte la Juventus del passato ha attraversato questo dubbio su un giocatore, questa difficoltà ad arrivare alla meta, alla milionaria meta.
Un esercizio da ombrellone è certamente quello di avvicinare gli obiettivi inseguiti con le formazioni del passato e chiedersi cosa sarebbe stato. Basta ricordare una manciata di nomi per far venire l’intero. Si pensi a Cavani o Van Persie, Jovetic oppure Falcao, che pure fu messo nel mirino, e adesso si prenderebbe con il resto della spesa. Il prossimo numero 9 juventino ci auguriamo che abbia un cuore, come Paolo Rossi, Roberto Bettega od Aldo Serena, capaci di giocare e applicarsi, segnare e non esser mai dimenticati.

JUVENTIBUS LIVE