Quali sono i record che Cristiano Ronaldo puo’ ancora (ab)battere

di Valerio Vitali |

Cristiano Ronaldo e i record. E’ lui che li insegue o sono loro ad inseguire lui? La risposta a questa domanda è legata strettamente alla percezione che a oggi, a 36 anni compiuti, lascia nell’immaginario collettivo del calcio. Per CR7 è come un ossessione, è cio’ che lo tiene sportivamente in vita. E’ linfa vitale per una Juventus che insegue, brama e desidera quella Champions League da ormai troppo tempo. Lo “shock” che Paratici aveva descritto non appena l’alieno è sbarcato a Torino.

Ma quali sono i record che Cristiano Ronaldo puo’ ancora (ab)battere in bianconero? Innanzitutto entrare nel gotha di coloro i quali sono andati in rete in Champions League oltre la soglia dei 36 anni. Per l’esattezza sono 46 i calciatori che ne fanno parte (fonte: UEFA). Tra tutti, quell’Alfredo di Stefano che a 35 anni ne fece 13 nell’allora “Coppa Campioni”. Altro tempo pero’, altro calcio, altra concorrenza.

Oggi, per CR7 la vera sfida è rappresentata dalla conquista della Champions League da calciatore con 3 squadre diverse. A riuscirci prima di lui solamente Clarence Seedorf (Ajax, Real, Milan). Una sfida che tutti i tifosi juventini hanno accettato con voglia, trepidazione e amore dal momento stesso in cui, in quel 15 luglio 2018 si è manifestato al mondo bianconero per una terza vita calcistica. In questo puo’ ancora mettere nel mirino quei 17 gol da realizzare in Champions dopo i 35 anni. Un record che appartiene ad un’altra leggenda dei ‘blancos’: Puskas. Cristiano Ronaldo in questa speciale classifica è fermo a quota 6. Ma proseguendo alla media di quasi 1 rete a gara anche questo record sembra destinato ad essere (ab)battuto.