CR7 senza freni: è il Re dei gol nella storia degli Europei

di Mauro Bortone |

Ronaldo

Il futuro di Cristiano Ronaldo, se ancora alla Juve o lontano da Torino, resta tutto da decifrare, nonostante indizi, frasi a metà e ipotesi di mercato. Il presente di CR7, invece, è fatto di certezze, ovvero di un Europeo che per lui, ancora una volta, parte col botto e nel segno dei record.

C’è la sua firma nella vittoria del sui Portogallo contro l’Ungheria, nella gara di esordio, finita 3 a 0 per i lusitani, campioni in carica: una doppietta che porta Cristiano Ronaldo ad essere il re dei mercatori della competizione, superando e distanziando in pochi minuti una eccellenza juventina, ovvero Michel Platini, che aveva siglato 9 gol nella storia dell’Europeo.

CR7 arriva in un sol colpo a undici, nella prima partita del suo quinto europeo personale, in cui è diventato anche il primo calciatore ad andare a segno in cinque distinte edizioni.

Un giocatore “scarso”, che in Italia molti additano come il “problema” della Juve, ma che continua a macinare gol e record, dimostrando di essere determinante come pochi. La Juve, se addio sarà, al di là della valutazioni economiche, perde comunque un capitale di reti che dovrà trovare il modo di sostituire.