CR7 vince guerre da solo, Messi no. La clamorosa frase FALSA di Simeone

di Sandro Scarpa |

“Puoi portare Cristiano Ronaldo in guerra e te la vincerà da solo, per Messi invece devi portare tutti i suoi compagni del Barcellona, così potrà combinare qualcosa“. Diego Simeone.

Dichiarazioni pesantissime del Cholo, che ribaltano il pensiero comune sul Messi che crea calcio e Ronaldo che lo finalizza, e si innestano sulla scia dell’altra categoria di convinzioni radicate, per cui Ronaldo ha carisma, spirito vincente e potenza di volontà dimostrata in almeno 3 club, 3 campionati e in Nazionale, al contrario di un Messi vincente solo nella comfort zone del Camp Nou.

Peccato che le frasi che spopolano da ieri, dopo la vittoria dell’Atleti sul Barca, in semifinale di Supercoppa Spagnola, siano FALSE!

E’ una dichiarazione attribuita al Cholo che spunta fuori ad ogni incrocio (vincente) tra l’Atletico e il Barcellona o dopo ogni KO contro CR7. Ad esempio era rimbalzata, tra social, siti e testate poco affidabili, dopo la magica notte di Cristiano in Juve-Atletico (3-0).

Sono 2 anni che la news “Simeone esalta Cristiano e denigra Messi” fa il pieno di clic, like e visualizzazioni, col codazzo delle solite schermaglie tra i talebani dei due totem del calcio moderno. Orde di integralisti (centinaia di milioni di fan) che proprio non riescono ad amare entrambi alla follia come ogni appassionato di calcio dovrebbe, e non la smettono di fare classifiche e paragoni.

In realtà tutto nasce da un messaggio vocale “rubato” di Simeone al suo fido vice, El Mono Burgos, dopo la debacle agli ultimi mondiale della “sua” Argentina contro la Croazia.

Questo: (a partire da 1.45)

La trascrizione del vocale, privato ma finito in qualche modo in rete e trasmesso da una radio spagnola è il seguente:

…tutto questo serve per renderci conto che Messi è molto bravo, però è chiaro che è forte perché è accompagnato e circondato di calciatori straordinari. E ti faccio una domanda: ‘Chi sceglieresti per una squadra normale tra Messi e Ronaldo?…”

Simeone nei giorni seguenti spiegherà che, per ragioni di nazionalità, ma non solo, ha sempre preferito Leo a Cristiano.

“Parlavo con Burgos di calcio come farei con un amico. Non volevo fare una classifica, dicevo che in una squadra con giocatori normali, Ronaldo si adatterebbe meglio. Io però sceglierei Messi, senza dubbio. Circondato da grandi giocatori, continua ad essere il migliore al mondo”.

I destini opposti di Portogallo (Campione Europeo e in Nations League) e Argentina sembrano sostanziare la versione del Cholo, eppure per anni il Portogallo ha stentato, nonostante Cristiano, mentre Messi ha trascinato l’Argentina a tre finali (Mondiali e 2 Copa America). Ed è vero è anche il contrario, cioè un Ronaldo dominante, letale e vincente come terminale di una squadra con grandissimi giocatori, il Real delle 4 Champions, e Messi meno incisivo del solito nelle ultime Champions nonostante i suoi compagni al Barca.

Insomma, niente guerre, niente prese di posizione nette, solo un FAKE, e un pensiero chiarificatore di Simeone che, come tutto ciò che riguarda Messi e Ronaldo, ha una sua validità così come ce l’ha anche l’esatto contrario. Non a caso, ovviamente, gira anche un fake opposto sempre attribuito a Simeone: “Messi da solo è più pericoloso di Ronaldo, Benzema e Bale assieme”. Mai detto ovviamente.

Due fenomeni, godiamoceli ancora per tanto tempo, uno con la nostra maglia.