CR100: il racconto dei 100 gol di Cristiano con la Juventus

di Alex Campanelli |

100

131 partite per segnare 100 reti, il secondo più veloce della storia bianconera dopo Omar Sivori (124). Cristiano Ronaldo, con il gol del 2-0 segnato contro il Sassuolo, è entrato nella ristretta cerchia dei bianconeri che possono fregiarsi di aver raggiunto la tripla cifra di reti realizzate. Per celebrare tale traguardo, abbiamo pensato di ripercorrere il suo cammino con la maglia della Juve dagli albori sino ad oggi, utilizzando la sua lingua preferita: quella del gol.

1-2) Juventus – Sassuolo 2-1 (50′, 65′),  16 settembre 2018

Nemmeno il tempo di sbarcare nel nostro paese e i media si inventano il primo caso: il portoghese gioca bene, propizia i gol dei compagni, ma non segna, e il caro vecchio refrain “segnare in Serie A è più difficile che farlo altrove” torna prepotentemente di moda. Fa sorridere leggerlo ora, ma intanto Cristiano decide di mettere le cose in chiaro con le sue prime due reti italiane: una con un tap in facile facile dopo un’azione rocambolesca nell’area del Sassuolo, un altro di sinistro a finalizzare un contropiede. Inizia la scalata.

3) Frosinone – Juventus 0-2 (81′), 23 settembre 2018

Il fortino del Frosinone tarda a cadere, allora deve pensarci Cristiano, specialista in gol brutti all’inizio della sua avventura, correggendo in rete un tiro rimpallato di Pjanic.

4) Udinese – Juventus 0-2 (37′), 6 ottobre 2018

Apre Bentancur con uno dei suoi rari gol in bianconero (anzi, in grigio), arrotonda Cristiano con un sinistro violento su suggerimento di Mandzukic che buca uno Scuffet in stato di grazua.

5) Juventus – Genoa 1-1 (18′), 20 ottobre 2018

Gol sull’asse tutto lusitano Cancelo-Cristiano, stavolta l’ex Real è bravo ad approfittare dell’incertezza della retroguardia del Genoa e mettere in rete da due passi.

6-7) Empoli – Juventus 1-2 (54′, 70′), 27 ottobre 2018

La seconda rete all’Empoli che regala i 3 punti alla Juve è anche la prima vera perla di Cristiano Ronaldo nella sua avventura a Torino. Già finalizzatore del rigore dell’1-1, il portoghese riceve palla sui 25 metri, se l’allunga quanto basta e scarica un missile sul quale Provedel è totalmente impotente. Il giorno dopo si parlerà ovviamente dei dubbi sul rigore assegnato alla Juve.

8) Juventus – Manchester United 1-2 (65′), 7 novembre 2018

Mentre in molti hanno ancora negli occhi la cannonata scaricata nella porta dell’Empoli, Cristiano regala una perla ancora più splendente, pur se in una serata sfortunata per la Juve. Il lancio di Bonucci, poco oltre il centrocampo, è chirurgico, la corsa, la coordinazione, il tempismo e la potenza che il numero 7 mette nella sua conclusione sono, semplicemente, degne di chi ha vinto 5 Palloni d’Oro. Abbagliante.

9) Milan – Juventus 0-2 (81′), 11 novembre 2018

Mandzukic e Szczesny l’hanno indirizzata, Cristiano la chiude: discesa di Cancelo, tiro ribattuto di Donnarumma, Ronaldo si avventa sulla palla e scaraventa in rete il suo primo gol in campionato a una big storica della Serie A.

10) Juventus – Spal 2-0 (29′), 24 novembre 2018

Punizione indiretta di Pjanic, Cristiano prende il tempo a tutta la retroguardia spallina e insacca da un metro; tutto facile per lui e la Juve.

11) Fiorentina – Juventus 0-3 (79′), 1 dicembre 2018

Un rigore nel finale per suggellare la vittoria della Juve sui viola, praticamente mai in discussione.

12) Torino – Juventus 0-1 (70′), 15 dicembre 2018

Primo derby per Ronaldo, prima rete decisiva, ancora su rigore, con successiva spallata al portiere del Toro Ichazo della quale si parlerà per settimane.

13) Atalanta – Juventus 2-2 (78′), 26 dicembre 2018

Allegri sperimenta il turnover contro l’Atalanta, Zapata non sembra d’accordo, Cristiano allora si alza dalla panchina e in mischia su corner regala il pari alla Juve, che inizia sempre più ad aggrapparsi alle sue prodezze.

14-15) Juventus – Sampdoria 2-1 (2′, 65′), 29 dicembre 2018

Seconda doppietta italiana per CR7, che porta avanti due volte la Juve, prima con un tiro a giro che lui fa sembrare semplicissimo, poi con un penalty che risponde all’ex Quagliarella, anche lui a segno su rigore.

16) Juventus – Milan 1-0 (61′), 16 gennaio 2019

Il primo gol di Cristiano a regalare un trofeo alla Juventus: cross tagliato di Pjanic, il 7 sfila alle spalle della difesa del Milan, resta in aria come al solito per un tempo infinito, spizza la palla quel tanto che basta per battere Donnarumma e permettere alla Juve di conquistare la Supercoppa Italiana.

17) Lazio – Juventus 1-2 (88′), 27 gennaio 2019

Rigore pesantissimo, conquistato da Cancelo, per una Juve a più riprese in sofferenza all’Olimpico: Cristiano è glaciale, bomba centrale e 3 punti che prendono la via di Torino.

18-19) Juventus – Parma 3-3 (36′, 66′), 2 febbraio 2019

Nel rocambolesco pari con gli emiliani Cristiano bussa due volte: nel primo tempo, insaccando in precario equilibrio, e nella ripresa, inzuccata in sospensione un metro sopra tutti gli altri giocatori.

20) Sassuolo – Juventus 0-3 (70′), 10 febbraio 2019

In mezzo alle reti dei gemelli diversi Khedira-Can c’è spazio per il ventesimo del lusitano in bianconero, ancora con uno stacco di testa imperioso, stavolta su corner, festeggiato con una Dybalamask in onore del compagno che sta attraversando un periodo difficile.

21) Juventus – Frosinone 3-0 (63′), 15 febbraio 2019

Uno dei tanti gol che Cristiano fa sembrare maledettamente facili, imprimendo alla palla sempre la stessa mortifera traiettoria nell’angolino basso, e avventandosi sempre con la coordinazione giusta sui cross rasoterra.

22-23-24) Juventus – Atletico Madrid 3-0 (27′, 49′, 86′), 12 marzo 2019

La notte del Re, la notte che sembrava poter riscrivere la storia, quella che ci aveva illuso che, con Lui a guidarci, fosse possibile spezzare la maledizione europea, in ogni caso una serata che ogni juventino ricorda con commozione. Nessuno aveva mai rimontato l’Atletico di Simeone in Champions, nessuno l’aveva mai eliminato, nessuno eccetto Cristiano, che si conferma bestia nera dei colchoneros ribaltando il 2-0 dell’andata che sembrava una pietra tombale sui sogni europei della Juve. Due incornate delle sue a riportare l’equilibrio, un rigore (conquistato da Bernardeschi!) per il definitivo sorpasso che proietta la Juve ai quarti di finale.

25) Ajax – Juventus 1-1 (45′), 10 aprile 2019

Il momento storico in cui credevamo che le capocciate di Cristiano potessero spostare anche le montagne continua: il cross liftato di Cancelo è un cioccolatino, il volo d’angelo del 7 è mortifero per l’incolpevole Onana.

26) Juventus – Ajax 1-2 (28′), 16 aprile 2019

Il gol dell’illusione di Cristiano, al quale stavolta non serve nemmeno saltare, prima del crollo dal quale dobbiamo ancora rialzarci.

27) Inter – Juventus 1-1 (62′), 27 aprile 2019

Primo gol di CR7 ai nerazzurri, disperatamente alla ricerca di punti per agganciare il treno Champions, un triangolo col tacco di Pjanic che si chiude con un imparabile rasoterra.

28) Juventus – Torino 1-1 (84′), 3 maggio 2019

L’ultima capocciata stagionale di Ronaldo serve a spegnere i sogni di gloria del Torino, che a 6′ dal novantesimo vede infrangersi il sogno di un trionfo nel derby.

29) Juventus – Napoli 4-3 (62′), 31 agosto 2019

In una delle partite più folli degli ultimi anni, il momentaneo 3-0 dell’ex Real sembra il gol della sicurezza, ma a decidere sarà Koulibaly nel finale.

30) Juventus – Verona 2-1 (49′), 21 settembre 2019

Ennesimo, pesantissimo rigore da 3 punti per Cristiano Ronaldo, che dal dischetto completa la rimonta sull’ostica squadra di Juric.

31) Juventus – Spal 2-0 (78′),  28 settembre 2019

Stesso punteggio del campionato precedente, con Cristiano ancora in gol, stavolta realizzando di testa su cross di Dybala, mettendo la palla sotto le gambe di un sin lì superlativo Berisha.

32) Juventus – Bayer Leverkusen 3-0 (89′), 1 ottobre 2019

Primo sigillo nella fase a gironi di Champions con la Juve, un destro da dentro l’area per lui sin troppo banale.

33) Juventus – Bologna 2-1 (19′), 19 ottobre 2019

Palla recuperata sulla trequarti, doppio passo che ubriaca il povero Bani, bomba sul primo palo che sorprende Skorupski, un compendio di dominio tecnico e fisico.

34) Juventus – Genoa 2-1 (96′),  30 ottobre 2019

Troppi i segnali infausti: la maglia Palace coi numeri illeggibili, il gol di Kouamé che si calcia su un piede, Cristiano che da due passi si mangia un gol di testa. Il 7 si fa perdonare al fotofinish, guadagnandosi un rigore e realizzandolo ben oltre la fine dei regolamentari.

35) Juventus – Sassuolo 2-2 (68′), 1 dicembre 2019

Il giovane Turati cerca di rendere amaro il pomeriggio della Juve; ci riesce solo in parte, non potendo nulla sul tiro all’angolino di CR7 dagli 11 metri.

36) Lazio – Juventus 3-1 (25′), 7 dicembre 2019

Cristiano inventa e finalizza, aprendo e chiudendo un pregevole triangolo con Bentancur, bagliore fugace prima del crollo della Juve all’Olimpico.

37) Bayer Leverkusen – Juventus 0-2 (75′), 11 dicembre 2019

In una gara sin lì incerta, a spezzare gli equilibri è il numero 7, che finalizza da un metro un ottimo cross basso di Dybala, liberato splendidamente da Pjanic.

38-39) Juventus – Udinese 3-1 (9′, 37′), 15 dicembre 2019

Primo gol decisamente più complicato di quello che può sembrare: la coordinazione di Cristiano, che arriva a tutta birra e non può prevedere direzione e forza della respinta, è da numero uno. Il secondo sta a ricordarci che per lui ha veramente poco senso parlare di “piede debole”.

40) Sampdoria – Juventus 1-2 (45′), 18 dicembre 2019

Per celebrare il quarantesimo in bianconero il Re sceglie di volare in cielo, un gol che difficilmente ci stancheremo di vedere e rivedere. Sul traversone di Alex Sandro CR7 si avventura lì dove osano le aquile, ci resta più o meno una vita, la posizione è defilatissima ma lui non ha problemi a mettere la sfera alle spalle di Audero. Un gol paranormale. “El cabezazo impecable”.

41-42-43) Juventus – Cagliari 4-0 (49′, 67′, 81′), 6 gennaio 2020

Sarà il cognome Simeone ad ispirarlo, dato che dopo la tripletta contro il Cholo, Cristiano si ripete contro la squadra del Cholito. Prima si avventa come un falco su uno sciagurato retropassaggio di Klavan, poi trasforma un penalty guadagnato da Dybala con uno slalom speciale, infine cala il tris sottomisura su suggerimento di Douglas Costa. Ah, in mezzo ha anche il tempo di servire un assist a Higuain, giusto per mettere lo zampino in tutte e 4 le reti.

44) Roma – Juventus 1-2 (10′), 12 gennaio 2020

Ancora Dybala a guadagnarsi un rigore, ancora il 7 a trasformarlo e regalare la vittoria alla Juventus.

45-46) Juventus – Parma 2-1 (43′, 58′), 19 gennaio 2020

Rocambolesco il primo, un destro imparabilmente deviato dalla difesa, più classico il secondo, stacco in sospensione e palla all’angolino su azione da corner.

47) Juventus – Roma 3-1 (26′), 22 gennaio 2020

Quando Ronaldo riceve palla è largo sulla sinistra, Mancini e Smalling sono in vantaggio su di lui e Florenzi sta recuperando. 5 secondi dopo la palla è alle spalle di Pau Lopez, riscrivendo le leggi geometriche della distanza tra due punti.

48) Napoli – Juventus 2-1 (90′), 26 gennaio 2020

Un lampo nella notte il tocco delicato del portoghese su lancio lungo di Bentancur, in una serata in cui la Juve è per lunghi tratti in balia del Napoli.

49-50) Juventus – Fiorentina 3-0 (40′, 80′), 2 febbraio 2020

Due rigori identici, angolino basso alla destra del portiere, col medesimo risultato: palla in rete e Juventus che riprende subito la marcia.

51) Verona – Juventus 2-1 (65′), 8 febbraio 2020

Probabilmente il più bello tra i gol meno celebrati di Cristiano con la Juventus, anche a causa del risultato finale. Da questa azione emerge come il fuoriclasse lusitano trascini fisicamente e spiritualmente la Juve verso lo Scudetto: riceve palla largo nella sua metà campo, resiste alla carica di Rrahmani, appoggia per Bentancur e detta il passaggio in profondità, duella ancora con Rrahmani, lo sfida, mira nell’angolino e batte Silvestri. One man team.

52) Milan – Juventus 1-1 (91′), 13 febbraio 2020

Basta il penalty sotto l’incrocio di Cristiano, unico gol bianconero nella doppia sfida di Coppa Italia, a portare la Juve in finale.

53) Spal – Juventus 1-2 (39′), 22 febbraio 2020

La Juve di Sarri fatica ma Cristiano Ronaldo sembra non accorgersene: col destro sotto la traversa che sblocca la gara con la Spal, diventa il recordman della Serie A assieme Batistuta e Quagliarella per gare consecutive in gol, 11, con 16 reti complessive.

54) Bologna – Juventus 0-2 (23′), 22 giugno 2020

La prima di campionato dopo lo stop causa Covid, la prima dopo la sconfitta in finale di Coppa Italia col Napoli. Cristiano è in palla, ci prova più volte e alla fine sblocca il risultato su rigore spiazzando Skorupski.

55) Juventus – Lecce 4-0 (62′), 26 giugno 2020

Ancora un penalty, stavolta guadagnato dallo stesso portoghese, atterrato da Rossettini, ancora un gol, conclusione centrale come col Bologna.

56) Genoa – Juventus 1-3 (56′), 30 giugno 2020

Serata grandi firme per la Signora, che mette in piedi un gol più bello dell’altro: in mezzo alle prodezze di Dybala e Douglas Costa, non poteva mancare CR7, che parte dal cerchio di centrocampo e scarica uno scaldabagno alle spalle del povero Perin.

57) Juventus – Torino 4-1 (61′), 4 luglio 2020

Un gol speciale. Non (solo) perché arriva nel derby, o perché riporta avanti la Juve di 2 gol sui granata. Speciale perché, ad oggi, è l’unica rete su punizione di Cristiano Ronaldo con la maglia bianconera. Bacio alla traversa e palla in rete.

58) Milan – Juventus 4-2 (53′), 7 luglio 2020

Un gol facile facile nell’approfittare dello svarione di Romagnoli, prima dell’imprevedibile valanga che si abbatterà su una Juve irriconoscibile.

59-60) Juventus – Atalanta 2-2 (55′, 90′), 11 luglio 2020

In una gara agonica che avrebbe potuto seriamente mettere a rischio lo Scudetto, Cristiano scaglia due macigni dal dischetto, che ricacciano la Dea a distanza di sicurezza.

61-62) Juventus – Lazio 2-1 (51′, 54′), 20 luglio 2020

Nella gara che spegne definitivamente le velleità di Scudetto dei biancocelesti, il Re non può che ergersi a protagonista, prima su rigore e poi in contropiede  a braccetto con Dybala, altro uomo chiave della stagione.

63) Juventus – Sampdoria 2-0 (45’+7′), 26 luglio 2020

La firma su uno degli Scudetti più sofferti dei 9 consecutivi non poteva che essere la sua, quella del trascinatore: Cristiano è chirurgico nel finalizzare uno schema su punizione ben orchestrato, e si concede anche il lusso di sbagliare un rigore nel pomeriggio della festa bianconera.

64-65) Juventus – Lione 2-1 (43′, 60′), 7 agosto 2020

Una serata che poteva valere una stagione e che alla fine costa una panchina, quella di Maurizio Sarri. Una serata che comincia malissimo, con un rigore inspiegabile, e prosegue peggio, con una Juventus incapace di portare pericoli dalle parti di Lopes. Ancora una volta la signora si aggrappa all’uomo della Champions, che praticamente da solo sfiora l’ennesimo miracolo: prima realizza su rigore, poi pesca il coniglio dal cilindro col piede sinistro, ridando speranza alla Juve. Un bellissimo e incompiuto assolo.

66) Juventus – Sampdoria 3-0 (88′), 20 settembre 2020

Stagione nuova, abitudini vecchie: alla prima di Pirlo, il 7 riprende da dove aveva finito, mettendo la palla nel suo angolino preferito.

67-68) Roma – Juventus 2-2 (44′, 69′), 27 settembre 2020

Per riequilibrare una gara nata male e proseguita (in 10) peggio, l’alieno di Funchal prima colpisce dal dischetto, poi prende l’ascensore e la inzucca alle spalle di Mirante.

69-70) Spezia – Juventus 1-4 (59′, 76′), 1 novembre 2020

Cristiano che parte dalla panchina, appena guarito dal Covid, è un leone in gabbia. Pirlo lo libera al 56′ e lui lo ripaga andando immediatamente a segno su filtrante di Morata e poi chiudendo la gara con un pregevolissimo cucchiaio su rigore.

71) Lazio – Juventus 1-1 (15′), 8 novembre 2020

Una zampata di Ronaldo al termine di una bella azione manovrata porta avanti la Juve, la sua uscita dal campo spegnerà la luce.

72-73) Juventus – Cagliari 2-0 (38′, 42′), 21 novembre 2020

Non sappiamo cos’abbia fatto di male il Cagliari a Cristiano, che coi sardi molto spesso si scatena.Nel giro di 4 minuti il 7 colpisce due volte, prima scherzando un paio di avversari e piazzando un destro secco all’angolino, poi insaccando al volo col piede di richiamo dopo una deviazione su corner.

74) Juventus – Ferencvaros 2-1 (35′), 24 novembre 2020

Il giocatore che non salta più l’uomo fa fuori un avversario ai 20 metri, prende la mira e scaglia di rabbia il pallone col mancino nell’angolino basso, arrotondando il suo bottino europeo.

75) Juventus – Dinamo Kiev 3-0 (57′), 2 dicembre 2020

Forse il più semplice dei 100 i bianconero, ma a suo modo un gol storico, dato che è il numero 750 in tutte le competizioni.

76-77) Barcellona – Juventus 0-3 (13′, 52′), 8 dicembre 2020

Lo scontro diretto con l’eterno rivale Messi, saltato all’andata per colpa del Covid, è un compendio della voglia di vincere di Cristiano e di come la sua sola presenza possa cambiare un’intera squadra. Le due reti su rigore al Camp Nou sono, in questo caso, solamente la ciliegina sulla torta.

78-79) Genoa – Juventus 1-3 (78′, 89′), 13 dicembre 2020

Sarà il rossoblu a ispirare CR7, che dopo Cagliari e Barcellona piazza una doppietta, ancora con due rigori, anche a Marassi contro il Genoa.

80-81) Parma – Juventus 0-4 (26′, 48′), 19 dicembre 2020 

Quarta doppietta in meno di un mese per Ronaldo, stavolta a segno con un colpo di testa e un mancino all’angolino.

82-83) Juventus – Udinese 4-1 (31′, 70′), 3 gennaio 2021

La prima dell’anno è sempre propizia per Cristiano, a segno sia di potenza, con un destro angolato dopo aver fiutato e sfruttato un errore in impostazone di De Paul, che di precisione, mancino chirurgico dopo esser stato lanciato in campo aperto da Bentancur.

84) Juventus – Sassuolo 3-1 (92′), 10 gennaio 2021

Cristiano ci prova più e più volte contro i neroverdi, sbloccandosi solo nel recupero, sfruttando un magistrale lancio lungo di Danilo.

85) Juventus – Napoli 2-0 (64′), 20 gennaio 2021

Le polemiche in seguito al rinvio della gara d’andata, la sconfitta dell’anno precedente da riscattare, il desiderio di scrollarsi di dosso un momento difficile. Sono tante le sfaccettature di Juventus – Napoli, e come spesso è accaduto nell’ultimo quadriennio è una zampata di Cristiano Ronaldo, rapace sugli sviluppi di un corner, a dar forma ai sogni della Signora e permetterle di alzare l’ennesimo trofeo.

86-87) Inter – Juventus 1-2 (26′, 35′), 2 febbraio 2021

La Coppa Italia offre alla Juve e al 7 la possibilità immediata di riscattare la brutta prova coi nerazzurri in campionato: un calcio di rigore e un vero e proprio agguato all’incerta coppia Bastoni-Handanovic, e la strada per la finale è spianata.

88) Juventus – Roma 2-0 (13′), 6 febbraio 2021

Forse il più infido dei 100 del lotto, un esterno/punta da futsal dalla traiettoria velenosa e insidiosissima, che spiazza Pau Lopez e l’intera retroguardia giallorossa.

89-90) Juventus – Crotone 3-0 (38′, 45’+1′), 22 febbraio 2021

Air Cristiano va in cielo due volte: prima la piazza di giustezza dove Cordaz non può arrivare, poi di pura potenza si produce in un terzo tempo cestistico incornando in rete la doppietta.

91) Verona – Juventus 1-1 (49′), 27 febbraio 2021

All’inizio del video si nota come siano almeno 4 gli uomini della Juve più alti di Cristiano, che però come al solito capisce dove finirà la palla prima degli altri: non gli serve occupare l’area, gli basta arrivare come un treno col tempo giusto sulla bella giocata di Chiesa e siglare l’1-0.

92) Juventus – Spezia 3-0 (89′), 2 marzo 2021

Gara fotocopia di quella col Sassuolo per CR7, più impreciso del solito ma comunque capace di marcare in contropiede e chiudere i giochi.

93-94-95) Cagliari – Juventus 1-3 (10′, 25′, 32′), 14 marzo 2021

C’è chi dirà che doveva essere espulso per il colpo a Cragno, chi ricorderà come pochi giorni prima sia stato quasi indisponente contro il Porto, fatto sta che alla Sardegna Arena Ronaldo risponde timbrando il cartellino 3 volte in mezz’ora: stacco aereo su azione da corner, penalty da lui stesso guadagnato e bomba di sinistro dopo aver mandato al bar il povero Rugani.

96) Torino – Juventus 2-2 (79′), 3 aprile 2021

La zuccata sottomisura di Cristiano salva la Juve dalla figuraccia nel derby della Mole, ma la rimonta bianconera resta incompiuta.

97) Juventus – Napoli 2-1 (13′), 7 aprile 2021

Pochi minuti prima aveva sbagliato un gol pazzesco a un metro dalla porta, ma sulla giocata da funambolo di Chiesa il numero 7 torna sé stesso e sblocca il risultato.

98-99) Udinese – Juventus 1-2 (83′, 89′), 2 maggio 2021

Quasi un mese senza segnare, c’era chi lo aveva dato per finito, lui insieme alla Juventus di Pirlo. Fino al minuto 83 della trasferta di Udine sembra in effetti così, poi il portoghese si ricorda chi è e prima conquista e realizza il rigore del pari, poi con un’inzuccata mette la sfera sotto le gambe di Scuffet e ribalta la gara.

100) Sassuolo – Juventus 1-3 (45′), 12 maggio 2021

Il Sassuolo apre e chiude l’epopea dei 100 gol di Cristiano con la maglia bianconera: il primo era stato un tap-in semplice semplice, questo è un gol d’autore, uno dei suoi, controllo d’interno con tunnel a Marlon e piatto sinistro all’angolino basso. Non serve a far vincere lo Scudetto alla Juventus, non è un gol pesante in una gara di Champions, forse non sarà nemmeno sufficiente per portare i bianconeri tra le prime 4, però è il centesimo gol con la maglia della Juve del calciatore più importante della nostra epoca. Ricordiamocene quando ne tramanderemo la leggenda: Cristiano Ronaldo ha giocato per la Juventus, ha segnato 100 gol per noi, abbiamo avuto l’onore di tifarlo ed esultare alle sue reti, nonché il coraggio di metterlo in discussione per poi esser puntualmente smentiti. Grazie Cristiano.