Le cose che non ti ho detto di Georgina Rodriguez

di Silvia Sanmory |

Ognuno di noi è una luna: ha un lato oscuro che non mostra mai a nessun altro“.
(Mark Twain)

Devo essere onesta.

Da tempo immemore non seguo la kermesse canora di Sanremo, ma giovedì sera una sbirciatina al palcoscenico dell’Ariston l’ho data comunque, incuriosita dalla presenza della coppia Ronaldo – Rodriguez.

Georgina encanta, tanto per usare un termine della lingua spagnola con la quale la compagna di Cr7 si è presentata alla diretta tv, e Amadeus sembra vagamente fuori contesto; la compagna di Cristiano indossa un  abito che pare ricamato con la luce della Luna, tempestato di strass argentei a seguirne la linea a sirena, una collana sontuosa di Pasquale Bruni, diamanti bianchi che rincorrono diamanti champagne, uniti dalla morganite che rimanda agli affetti, al cuore, alla famiglia.

Ed io penso che questa giovane donna brillerebbe anche al buio, proprio come il nostro satellite,  il lato più oscuro di se, meno noto, nascosto ai milioni di occhi che sono davanti alla galassia massmediatica.

Il calcio nel destino

Il padre di Georgina, Jorge Rodriguez, è stato un giocatore argentino di football, soprannominato Menotti per la sua somiglianza con il noto (e ben più fortunato)  connazionale; una decina di anni prima della nascita di Georgina, Jorge si trasferisce a Jaca, in Aragona, per allenare la locale squadra semiprofessionista; ma le cose non vanno troppo bene e la famiglia ritorna a Buenos Aires, dove nel 1994 nasce Georgina.

Un’infanzia difficile

Georgina  ha avuto un’infanzia tormentata; il padre, per un lungo periodo e per ragioni non del tutto note, si da alla macchia; la piccola di casa nonostante le difficoltà economiche della famiglia non si perde d’animo e per continuare a seguire le lezioni di danza, la sua passione più grande, inizia adolescente a lavorare come cameriera in Argentina e come ragazza alla pari in Inghilterra; ricomparso il padre, la famiglia si trasferisce di nuovo in Spagna ma il ristorante da lui gestito finisce in bancarotta.

Commessa delle griffe (galeotte)

Georgina contribuisce al menage famigliare lavorando come commessa nelle prestigiose boutique di Gucci e di Prada all’interno del El Corte Inglesi di Madrid. Sarà proprio durante un evento organizzato da Dolce & Gabbana nella capitale spagnola nel 2016 che Georgina incontra Cristiano, all’epoca star del Real Madrid e ambitissimo scapolo. Amore a prima vista.

Il bikini rivelatore

La riservatezza è un tratto distintivo di Cristiano Ronaldo. Lo è stata anche con l’attuale compagna. Della gravidanza di Georgina, il popolo immenso di Cristianolandia ha saputo soltanto nel luglio del 2017 , una fotografia in bikini assolutamente rivelatrice dell’arrivo, nel mese di novembre, della piccola Alana Martina.

La vigilia di Natale in ospedale

24 dicembre 2018. Vigilia di Natale. Georgina e Cristiano varcano le porte dell’ospedale torinese Regina Margherita, specializzato nella cura di piccoli pazienti oncologici. L’emozione dei bimbi per la visita inaspettata è tanta, anche la coppia è visibilmente commossa, soprattutto Georgina mi viene raccontato, il volto umano di una celebrità.

Mi piace pensare a questa giovane donna un po’ come penso alla luna, sempre diversa, intensa, sensuale, delicata, con il  meno noto che ogni tanto si lascia intravedere.


JUVENTIBUS LIVE