Con Tagliavento Coppa Italia proibita

di Maurizio Romeo |

Semifinale delicatissima di Coppa Italia anche considerando la storica rivalità fra le due squadre. Messina non vuole sbagliare e affida la direzione a Paolo Tagliavento, internazionale di provata esperienza. La scelta del designatore pare fatta proprio per cercare di prevenire qualunque polemica: l’arbitro della Sezione di Terni dal gennaio 2012 appartiene  insieme a Rizzoli, Rocchi e orsato alla categoria Élite UEFA, che raccoglie la Top Class degli arbitri europei. Nel 2011 è stato anche designato per la finale dell’Europeo Under 21 fra Spagna e Svizzera.

Con questa partita il quarantatreenne parrucchiere ternano raggiungerà la 15ª direzione stagionale assoluta: sinora 9 partite di campionato, 1 nei gironi di Champions League, 1 nei preliminari di Europa League oltre a  2 partite dei gironi e ai recenti quarti di Coppa Italia fra Spezia e Alessandria. Inter-Juventus rappresenterà la direzione n°18 in Coppa Italia dal 2006, oltre a un palmares di 184 in 12 stagioni di massima serie, iniziate il 16 maggio 2004 con Chievo-Bologna, terminata 2-1. All’esordio stagionale con i bianconeri (che non arbitra dalla sconfitta nel derby col Torino della scorsa stagione), ha invece già diretto l’Inter a Verona contro il Chievo nella vittoria per 2-1 alla 4ª giornata.

Arbitro fisicamente preparato, con ottimo senso della posizione e tecnicamente molto bravo, ha spesso mostrato in passato due grandi limiti: la discontinuità nelle prestazioni e il fatto che qualora si accorga di aver commesso un errore di giudizio, spesso tende alla compensazione durante il match. Eclatanti i casi di un Milan-Juventus e un Juventus-Inter arbitrate nelle passate stagioni con direzioni horror.

In questa stagione ha espulso 2 giocatori, entrambi per doppia ammonizione e concesso due calci di rigore, di cui uno molto discusso nel derby di Roma per un fallo avvenuto leggermente fuori area e per cui non mostrò il secondo cartellino a Gentiletti. In media interrompe il gioco circa 29 volte a partita ed  estrae un cartellino ogni 5 falli.

Tagliavento ha diretto come primo arbitro la Juventus in 22 occasioni con un bilancio per i bianconeri di 8 vittorie (di cui 4 in casa), 5 pareggi e ben 9 sconfitte. In Coppa Italia 2 sconfitte in altrettante partite, entrambe giocate all’Olimpico di Roma: 2-1 con la Lazio nella semifinale di ritorno 2008/09 e 1-0 con la Roma nei quarti 2013/14, in entrambi i casi eliminata.

Decisamente più fortunata l’Inter che nei 28 in cui è stata diretta dall’arbitro ternano ha raccolto un totale di 18 vittorie, 4 pari e 6 ko. En plein di vittorie nella coppa nazionale: 3-0 a Marassi con la Sampdoria nell’andata delle semifinali 2006/07, 1-0 con la Fiorentina nell’andata delle semifinali 2oo9/10 e 2-0 nuovamente con la Sampdoria, ma questa volta a San Siro negli Ottavi di finale della stagione scorsa.

In una sola occasione ha diretto un precedente fra le due squadre: la storica vittoria dell’Inter di Stramaccioni per 3-1 allo Juventus Stadium del 3 novembre 2012 che mise fine all’imbattibilità della Juventus in campionato durata 49 partite e ai 33 turni di imbattibilità casalinga, oltre ad essere stata la prima sconfitta in assoluto subita dai bianconeri allo Juventus Stadium.

Presentazione arbitri-SFACI-Tagliavento