Claudio se queda

di Giacomo Scutiero |

In questo circolo di profezie, irrazionalità e stupefazioni, capita finanche di scrivere qualche riga su chi è e cosa rappresenta il numero otto della Juventus.

 

Capita perché sempre più spesso la logica perde campo mentre superstizione e pregiudizio prendono il sopravvento. Alla domanda “Chi è il numero otto?”, non esito come avrei potuto parzialmente esitare se il numero fosse stato il diciannove.

Claudio Marchisio non è soltanto lo stare insieme, il volere bene, è l’avere dentro di sé. Non è una moda perpetuata negli anni, è la famiglia e l’appartenenza. Accennavo a Bonucci prima. Il percorso di Leonardo è stato paradossalmente limpido: dall’accantonamento all’inclusione, dall’identità alla solitudine; ha imparato a stare da solo e dunque ha imparato a fare tutto, nel bene/prevedibile e nel male/imprevedibile.

Marchisio conosce una sola casa e, ogni volta che prende l’aereo per andare in trasferta, prova la medesima sensazione: lascio la famiglia con la famiglia, torno dalla famiglia con la famiglia. Lo vediamo perdersi nella sua musica, il suo relax energico. La gente guarda e realizza che con il passare degli anni l’alchimia cresce; tra il suo dire e il suo fare c’è sempre coerenza perché non appartiene ad alcun codice.

Ecco perché, quando si ferma uno come lui, tutto va in frantumi: l’identità umana comincia il processo di annullamento ed inizia l’incubo. Immagino Claudio che si lascia andare all’irresistibile richiamo di una delle due famiglie della vita; la sua commozione esteriore deglutita per custodirla. Da Principe. Immagino i figli che gli chiedono “Papà, perché piangi?” e lui che realizza di essere grande e soprattutto vivo lì, dove è e sarà.

 

Una scena toccante e altresì una fonte d’intuizione: la lacrima come materiale indispensabile per dipingere il soggetto Marchisio. Un cocktail con ghiaccio bollente di incredulità, confusione e consapevolezza.
Ecco cosa rappresenta il numero otto della Juve: dà coscienza del fatto che talvolta l’irrazionale può nulla.