Chiellini e Allegri in conferenza Supercoppa: ci vuole equilibrio e unione d’intenti

di Giordano Straffellini |

Giornata di vigilia di Supercoppa, la presentano Mister Allegri e capitan Chiellini

Chiello e l’equilibrio fondamentale

La vittoria di Roma può dare adrenalina. Ma noi dobbiamo ricercare l’equilibrio. Non dobbiamo farci travolgere dagli alti e bassi. Arriva la finale che è una partita a se, dove ci giochiamo un titolo con grande umiltà ma con grande fiducia. Saranno fondamentali gli episodi.

Non dobbiamo sottovalutare nessun aspetto

Non dobbiamo sottovalutare nulla. Loro hanno grande tecnica e forza fisica. Sono la squadra che ha segnato più gol anche su calcio piazzato.

Regolamento da rivedere

Lo dico da tanti anni, domani giochiamo con due squalificati e va bene, ma le ammonizioni e le espulsioni del campionato non dovrebbero influire sulla Supercoppa che è una manifestazione a se. Cambiamo questa cosa dall’anno prossimo.

Margini di miglioramento mentali

Usciamo troppe volte dalla partita. Bisogna avere unione d’intenti collaborando fra noi. L’uno due subito a Roma in cinque minuti significa che a livello mentale non capisci il momento.

Inter favorita

Chiaramente l’Inter è la squadra favorita. Dobbiamo avere grande lucidità e serenità. Paradossalmente da sfavoriti puoi avere più motivazioni. Una partita secca è diversa dal percorso in campionato, può succedere di tutto.

Consigli a Chiesa

Appena ci siamo resi conto dell’infortunio di Chiesa gli siamo stati tutti vicini. Dovrà affrontare un percorso di recupero che lo può rendere più forte di prima.

Risultato che può far svoltare

No, indipendentemente dal risultato di domani il nostro percorso deve continuare.

Aiuto collettivo

Per superare il momento difficile dobbiamo aiutarci. Con il lavoro collettivo possiamo superare i momenti difficili durante le partite.

Cristiano copriva i problemi

L’assenza di Cristiano evidenzia i problemi che la sua classe ha nascosto. Siamo quelli dell’anno scorso meno Cristiano più Locatelli e Kean. Dobbiamo fare uno switch mentale per tararci sui nuovi obbiettivi raggiungibili.

Prosegue Allegri con la lista dei presenti ed un appunto su Rugani

Bonucci è a disposizione, Danilo ha bisogno di più tempo. Domani gioca Perin perché Tek deve ricevere il Super Green Pass. Riguardo alla partita di Roma noto che Rugani che è stato uno dei migliori in campo non è stato giudicato correttamente. Ci tenevo a dirlo. Dybala è da valutare perché al rientro ha giocato 86 minuti e non era previsto. Domai partita bella da giocare in uno stadio meraviglioso.

Percorso

Qualsiasi sarà il risultato di domani non deve in nessun modo condizionare i nostro percorso. Domani partita bella da giocare. Finita si deve subito pensare all’Udinese. Dobbiamo analizzare le cose che vanno bene e quelle che vanno male. Dobbiamo acquisire esperienza. Sono contento della scelta che ho fatto, ci vuole del tempo. Riusciremo a tornare al vertice quando ritroveremo l’equilibrio.

Chiesa

Mi dispiace per l’infortunio. E’ un duro colpo per noi e per il calcio italiano.

Arthur Locatelli

La soluzione può essere buona per l’inizio come per uno spezzone della partita. Domani poi si potrebbero giocare 120 minuti.

Fuori Chiesa si pensa al mercato

La rosa è questa.

Bonucci non parte titolare

Rientra Alex Sandro, Bonucci non ha i novanta minuti. Poi ci sarà De Winter che si aggrega alla squadra

Con Marotta ci sentiamo

Oltre all’aspetto professionale c’è quello umano. E’ normale rimanere legati alle persone con cui hai lavorato e condiviso emozioni.

Dalla tribuna le partite sembrano al rallentatore

Max sorvola su presunti contatti fra lui e Marotta prima della firma d’Inzaghi. Dalla tribuna si soffre meno. Le partite sembrano al rallentatore

Cosa deve fare la Juve per vincere

Dobbiamo migliorare nella qualità dei passaggi. dobbiamo avere meno fretta. Un conto è la velocità dei passaggi un conto è avere fretta di farli. Dobbiamo giocare bene, difendere bene e sfruttare gli episodi

Kulu deve fare un salto mentale

Con Dejan ho parlato anche ieri. Deve fare un salto di qualità a livello mentale. Sono il livello caratteriale, la determinazione nel raggiungere gli obbiettivi che fanno cambiare la carriera di un gocatore.

L’inter aprirà un ciclo?

Non lo so, dovremo essere bravi noi a mettergli i bastoni fra le ruote. Quest’anno sono nettamente favoriti l’anno prossimo vedremo.