Champions Hattrick Juventus Club

di Michael Crisci |

Alex Del Piero non ha perso tempo al fischio finale di Juventus-YoungBoys, e ha subito accolto Paulo Dybala nel “Champions Hattrick Juventus Club“, il ristretto ma prestigioso club che riunisce tutti coloro che hanno segnato una tripletta europea con la maglia della Juventus, da quando la Coppa dei Campioni è diventata Uefa Champions League:

L’argentino va quindi ad unirsi ad un piccolo ma significativo stuolo di ex campioni bianconeri:

 

 

Filippo Inzaghi – 18/03/1998: Primo iscritto al club fu Filippo Inzaghi; nella fredda Kiev, la squadra di Lippi, alla caccia della finale di Amsterdam, affronta la Dinamo Kyev di Rebrov e di un giovane talento, Andryi Shevchenko, che ahinoi riincontreremo sulla nostra strada qualche anno più tardi. Il primo gol nasce da una combinazione con Del Piero e Zidane, il quale dopo un dribbling in area, serve un pallone a porta sguarnita con scritto “spingimi” al centravanti piacentino. Nella ripresa, dopo il pareggio di Rebrov, il secondo e il terzo sigillo arrivano quasi in fotocopia, con due zuccate da calcio d’angolo. La gara terminerà 1-4, con orpello finale di Del Piero.

 

 

Alessandro Del Piero 1 aprile 1998: E sarà proprio Alex il secondo a iscriversi  al club, esattamente nella gara successiva di quella Champions, la semifinale d’andata contro il Monaco di Henry e Trezeguet; la prima rete è una perla balistica, una punizione di quelle a cui Alex ci ha abituato nel corso della sua carriera. Dopo il pareggio monegasco, due calci di rigore, battezzati da Barthez ma assolutamente imparabili. La gara si chiuderà con un altro 4-1, con la zampata finale di Zidane, dopo veloce scambio nello stretto con lo stesso Del Piero.

 

 

Filippo Inzaghi 13/09/2000: Facciamo un salto temporale e passiamo dal primo Lippi, all’interregno Ancelotti; la Juve torna in Champions dopo un anno di purgatorio in Coppa Uefa, e lo fa col botto, con un pirotecnico 4-4 in casa dell’Amburgo: Tudor porta in vantaggio i bianconeri, Yeboah pareggia, prima che inizi lo show di SuperPippo; primo gol che arriva dopo perfetto stop a seguire+scavetto al portiere, dopo eccezionale combo veronica+verticalizzazione di Zidane; il secondo, il provvisorio 3-1, sfruttando un perfetto lancio dalla trequarti; stop di petto e sassata di destro all’angolino. Mahdavikia, Butt e Kovac ribaltano il risultato, prima che un rigore calciato del numero 9 certifichi il risultato e la sua seconda, e ultima, tripletta europea bianconera.

 

 

Arturo Vidal 27/11/2013: E veniamo ai giorni nostri, all’era Conte, nel suo ultimo anno; nel disgraziato girone che si concluderà con l’amara serata di Istanbul, c’è spazio per l’hattrick di Arturo Vidal, nella sfida casalinga contro il Copenaghen; anche qui due dei tre gol, i primi, inframezzati dal pareggio momentaneo dell’ex Mellberg, arrivano dal dischetto; il terzo, invece, è una meravigliosa torsione di testa in volo su cioccolatino di Pogba. Un’asse che ancora scalda i cuori e fa luccicare gli occhi

 

Altre Notizie