Casa Juventibus, il partito che ci unisce si chiama Juventus

di Juventibus |

Una puntata “politica”, ma molto molto divertente. Grandi ospiti di oggi Andrea Ruggieri, onorevole di Forza Italia, Luigi Marattin, onorevole di Italia Viva, Antonello Angelini, che ci annuncia in diretta un prossimo ospite d’onore, e i padroni di Casa Zampini, Somma e Mecca, oggi in forma stratosferica e in versioni sempre più inedite.

Iniziamo con la cronaca attuale; si parte delle ennesime dichiarazioni infelici di Lotito per arrivare al tema più caldo, lo scudetto da assegnare e soprattutto COME: playoff o partita secca con una Lazio che ad alcuni incute un po’ di timore? E poi il giudizio su Sarri e l’inevitabile confronto con Allegri, amato ma anche oggetto di critiche severe da parte di qualche ospite. E poi a ritroso Conte, e soprattutto Lippi.

Il nome di Lippi crea il giusto nesso logico con la discussione più emozionante di oggi, che parte con Roberto Baggio, il giocatore italiano più forte di tutti i tempi ma non troppo bianconero come avremmo voluto. Perché non si prese con Lippi? E quindi si arriva a Del Piero, passando per Zidane, forse il più tecnico di tutti, e arrivando a Platini, un campione che certo non divide gli ospiti. E poi ancora si ricordano i nomi di Tevez, Ibra, la grandezza e la juventinità di Nedved. E infine Paulo Dybala, il 10 di ora e il gioiello da tenerci stretto.

Non perdetevi questa grande puntata cliccando sul video qui sotto, e non perdetevi il late show targato sempre Juventibus di questa sera. Noi ci vediamo domani con altri grandi ospiti di livello. Alle 14, come sempre, tutti incollati sul divano di casa…Juventibus.