Casa Juventibus con Claudio Marchisio, il principe con la mano sul cuore

di Juventibus |

marchisio

Claudio Marchisio, il simbolo del vero juventino in tutto e per tutto, oltre che grande campione e uomo, oggi a casa Juventibus. Con lui il grande amico stilista Alessandro Martorana e il super radiocronista Riccardo Cucchi, insieme a Zampini, Mecca, Somma.

Marchisio ricorda la sua storia alla Juventus, da quel lontano ‘93, anno in cui Alessandro Del Piero esordiva in bianconero. Un sogno che si avvera, così poi con l’esordio in Juve Brescia in serie b, col primo gol e con il primo scudetto vinto, iniziato con quel Juve-Parma che è forse, per diversi motivi, la partita nel cuore di Marchisio.
La dedizione di Nedved, i fenomeni contro cui ha giocato, il difensore preferito, Bentancur, e l’investimento che farebbe oggi alla Juve: tutto questo e molto molto altro ancora raccontato dal numero 8, comprese le vacanze fantastiche in compagnia di Martorana.

Riccardo Cucchi ci parla invece del suo grande amore per il calcio e la radio, riassunti nel suo libro “Radiogol”, di cosa significa essere “testimone della realtà”, ovvero leali, imparziali e sportivi a prescindere dai colori del cuore.
Ricorda grandi campioni e addii, partite fantastiche e inaspettati finali di stagione come il 5 maggio, la Juve di Capello fortissima ma poco ricordata e quella affamata di Conte, per cui Marchisio, da vero numero 8, tesse grandi lodi.

Insomma una puntata difficile anche da raccontare con le parole, che emoziona molto di più se la guardate nel video qui sotto.
Seguiteci quotidianamente coi nostri appuntamenti sul canale YouTube Juventibus; noi ci vediamo domani alle 14, con un’altra emozionante e sorprendente puntata di Casa Juventibus