Casa juventibus con Marcello Lippi, l’Allenatore che ha vinto tutto

di Juventibus |

Una puntata diversa dalle altre in tutto e per tutto, per l’Ospite tra gli ospiti, per l’attesa, per temi e discussione.  A casa juventibus arriva Marcello Lippi, il mister che con la Juve vinse tutto e il più amato da tutti gli juventini e non solo dopo il 9 luglio 2006. Insieme a lui un altro grande Campione del mondo, Sandro Campagna, Luca Momblano, Antonello Angelini e i fantastici 3, Zampini, Somma e Mecca.

Lippi si racconta e tutti lo ascoltano in silenzio: “vincere perché non si sceglie cosa vincere” è il motto con cui si presenta. E poiché ha vinto tutto, ora ci è un po’ più chiaro. Parla dei suoi calciatori, del più forte in assoluto e del difensore che quasi non ti aspetti, della svolta nel primo scudetto, delle Champions, della sua Juve più forte e del 5 maggio, una data storica rimasta tale grazie soprattutto ad un uomo che ci ha sempre creduto. E poi quella profezia in semifinale contro la Germania, LA PARTITA vinta dal grande stratega Marcello Lippi.

Si discute poi delle grandi capacità dell’allenatore toscano, del suo saper vincere giocando bene e osando, della sua grande dote nel leggere le partite.
Se si parla di allenatori Juve, di toscani, di saper leggere le partite e vincere, anche se purtroppo e per poco non in Europa, il discorso vira logicamente su Massimiliano Allegri, l’allenatore che, nonostante gli 11 titoli in 5 anni, continua a dividere gli stessi juventini.

Non perdetevi il racconto di Marcello Lippi e la successiva discussione degli ospiti, fatta di botte e risposte continue e accese.
Non perdetevi LA PUNTATA di Casa juventibus, anche perché ce ne saranno altre e non vogliamo rimaniate indietro.

A proposito, domani avremo Alessandro Matri: mica male, no?