Casa Juventibus con Barillá-Momblano-Biasin, il futuro da giocare e programmare

di Juventibus |

Grandi firme del giornalismo italiano sportivo oggi a Casa Juventibus: Antonino Barillà, giornalista de “La Stampa”, Fabrizio Biasin di “Libero” e il grande ritorno di Luca Momblano.
Con loro, i soliti Massimo Zampini e Edoardo Mecca.

Si inizia col futuro da giocare. Si? Come? Pare si possa vedere la luce in fondo al tunnel e di nuovo le squadre in campo. Per ora, però, solamente con allenamenti singoli e senza rischio di contatti tra i giocatori: giusto così, per dei professionisti mai rimasti fermi per un tempo così lungo.
Rimane però la necessità di rimettere in moto l’industria calcio che genera grandi profitti economici al sistema italiano e programmare, con diligenza, la prossima stagione.

Si parla poi di mercato e di programmazione futura, con tutte le particolarità dovute a questa eccezionale e inedita situazione; il centrocampo da sistemare e rinforzare (si fanno i nomi di Arthur, Tonali, Castrovilli, Pogba e non solo), il boa d’area di rigore che sostituisca un Higuain ormai fuori dai piani (Icardi, Milik e non solo), la difesa, i terzini, il nuovo leader e grande portiere Szczesny. E Rabiot, e Danilo, e Bernardeschi, e D. Costa?

A inizio puntata spazio anche per le news di Biasin sul futuro dell’Inter, tra ipotesi e le solite utopie.

Tutto questo e molto altro ancora in questa grande puntata di calcio di Casa Juventibus: cliccate sul video qui sotto per non perderla!
Ci vediamo domani con tanti nuovi ospiti e temi da trattare.