Casa Juventibus e il 6 maggio, un altro giorno di grande festa e rivincita

di Juventibus |

Torna a Casa Juventibus il mitico Francesco Repice, insieme a Federico Sarica e al giornalista de “La Stampa” Alberto Infelise. Conducono i volti di casa Zampini, Somma e Mecca.

6 maggio 2012: il giorno che sancisce la rinascita bianconera, che dopo 8 anni dura ancora. Lo scudetto più bello per molti juventini, quello del fuoco trasmesso da Conte nei giocatori, quello del “gesto del campione che fa la storia” (Del Piero), quello indubbiamente più inaspettato ma vissuto e festeggiato come si dovrebbe sempre.
Da qui si parla poi di scudetti e della differenza abissale tra Roma e Torino, di Real Juve e la rabbia di Ravanelli, di Repice che parla con Allegri e incontra Ronaldo, della scelta di cambiare rotta ricusando Massimiliano Allegri.

Repice parla, pur soffrendo ancora, della Roma che ha fatto molto più soffrire che gioire: lo scudetto 2002 con una Roma più forte ma che non vince, Roma-Barcellona e quella sera dei miracoli, quell’Iturbe che ha illuso tanti, Carlo Ancelotti, Totti ( il vero vanto della Roma), quell’assurda Roma-Sampdoria che fa ancora male.

Tutto questo e molto altro ancora raccontato in questa splendida puntata di Juve e di calcio che va oltre i colori: godetevela cliccando sul video qui sotto.
Casa Juventibus torna domani, con un’altra scintillante puntata e nuovi grandi ospiti.