Carpi-Jvtb come la giocherebbe Yoda

di Sandro Scarpa |

Domenica ore 12.30, Carpi Juve.

La Juve arriva all’ultimo sforzo dell’anno, che dovrebbe essere l’ennesimo atto di forza. Dopo la saga di 6 vittorie in A parrebbe una bazzecola, con un Carpi penultimo, con 2 punti racimolati nelle ultime 4.

Eppure, tanto tempo fa, in un’epoca molto lontana, le forze dell’Impero bianconero sono stati miseramente distrutte da ribelli di A come Udinese e Sassuolo e fermate dai manipoli ardimentosi Chievo e Frosinone.

Ora il Maestro Jedi in panchina, Allegri, è riuscito a venir fuori dal lato più oscuro della sua esperienza Juve, intriso di infortuni, scarsa forma fisica ed esperimenti bislacchi. Ora è 352, punto.

Gli pseudo-trequartisti si sono eclissati (Pereyra, Hernanes) e il cerbero a tre teste BBC è tornato a divorare qualsiasi punta gli capiti a tiro, grazie anche allo schermo del giovane Skywalker Marchisio.

L’effervescente Juve vista con viola e granata non dovrebbe curarsi del modesto avversario, eppure anche Allegri ha ricordato le qualità trascurate degli uomini di Castori: gioco collaudato, alcuni giocatori d’esperienza e niente da perdere. Il punto è che il Carpi crea tanto ma –eccetto Borriello– senza costrutto e difende con ordine ma è impotente e friabile al cospetto degli attacchi di A (peggior difesa).

Fossimo a 3 giorni dalla Morte Nera Bayern la giocherei con le riserve, Profeti e Padoin inclusi. Fossimo primi a distanza galattica e non dietro l’Impero del Male nerazzurro, metterei un 4312 ultraoffensivo per stanare il 441 del Carpi. E invece, visto che siamo al cenone di Natale e l’orario è da sorpresone, le scelte sono obbligate: 352 baldanzoso, con la variabile Cuadrado.

Allegri col Toro ha fatto riposare gli esterni visti con la Fiore (Cuadrado ed Evra) e la coppia Dybala-Mandzu. Questi quattro DEVONO partire titolari dopo 7 giorni di riposo, nonostante abbiamo ancora negli occhi la velocità iperspazio di Alex Sandro e del duo Morata-Zaza.

Ricapitolando: i 3 titolari dietro a spegnere Borriello e le sortite di Matos, Evra a sinistra con Pogba spinto verso la trequarti a dialogare con Dybala. A destra invece Cuadrado lo coprirei con Sturaro giusto per evitare scherzetti di Martinho,  anche perché Khedira sarebbe alla terza in 7 giorni.

Davanti il giovane Padawan, Paulino Dybala a miracol mostrare, protetto dal bestione Chewbacca Mandzukic a papparsi Romagnoli, Gagliolo e altri anonimi malcapitati.

Nel caso poi, a gara inoltrata dentro gli Hoverbike Alex Sandro e Morata, al quale un golletto servirebbe più di uno Zaza con autostima già alle stelle.

Occhio: è più difficile di quanto possa sembrare, ma i nostri lo sanno e la renderanno agevole per poter sibilare con voce cavernosa alla Darth Vader: Shhhh Siamo shhh Tornati shhh.

Che la forza sia con noi!

20151218093917