Caro Max ti scrivo, così mi distraggo un po’

di Riceviamo e Pubblichiamo |

Caro Max, come va? Non so quali notizie arrivano nel tuo ritiro dorato e prendo l’iniziativa di aggiornarti. Qua va tutto abbastanza bene, non benissimo. La classifica per ora tiene e siamo qualificati agli ottavi di champions, da primi nel girone. (lo so lo so, risultati a cui arrivavi di tacco); Il nuovo allenatore sta portando le sue idee, in parte ci riesce, in parte no, in parte si aggrappa ai tuoi sani principi basilari ( ed a Khedira!!!! anche se ora, come al solito, è out.), che al momento hanno tenuto in piedi la baracca. Adesso sta vivendo un leggero momento di difficoltà, pareggio in casa e sconfitta esterna e te sai bene quanto possano aver scosso l’ambiente Juve. La sconfitta mi ha irritato perché abbiamo perso contro la Lazio che ha vinto….da Juve.

E’ riuscita a girare la partita in suo favore “leggendo” bene, di squadra, gli episodi decisivi. Pensa, siamo rimasti in dieci causa espulsione su azione nata da calcio d’angolo a favore. Roba che fosse capitata a te, sarebbero volati cappotti per una intera settimana. Ero convinto di veder volare tute, anzi, “felpine”, invece niente. Gli esteti, dal tuo amico Sacchi fino ai suoi nipotini, esaltano una mezzora di gioco, anzi di giUoco, “bello” ed a me si rizzano i capelli nel leggere commenti favorevoli dopo una sconfitta per 3 a 1. Che ne pensi? Ci stanno marciando? Sotto sotto sono ben lieti di aver visto la Juve perdere in modo così scellerato? Te ci hai insegnato a non perdere la fiducia nemmeno nei momenti più critici, ricordi il 2015/2016 che iniziò in modo disastroso e poi terminò trionfalmente? Tengo bene a mente i tuoi insegnamenti e non perdo la lucidità.

Mi spiacerebbe solo perdere il campionato di “corto muso” per aver sprecato troppi punti per inseguire …già, per inseguire cosa? Su Juventibus un autore tifoso ha scritto che preferirebbe perdere il campionato pur di vedere “cambio di mentalità”. Ho googolato subito per capire se “cambio di mentalità” fosse un torneo di nuova istituzione, da provare a vincere. Ho trovato niente. Una corrente di pensiero, l’adanismo, sostiene che per vincere in Europa occorra un modo diverso di giocare. Sarà, con te ci siamo andati vicini due volte. Secondo me, come secondo te, manca un po’ di spessore e qualità a centrocampo. Ed un Mandzukic, non in versione “risparmio energetico”. Vedremo, resto fiducioso, il nuovo allenatore sicuramente saprà trovare la “quadra”, come facevi te di questi tempi; l’importante è che “si attacchi con quando si ha la palla e che ci si difenda con efficacia quando l’hanno gli altri”. Buon tutto Max, buona continuazione di vacanza.

Riccardo.

JUVENTIBUS LIVE