Capra contro Szczesny. Vince la Capra

di Leonardo Dorini |

Di Juan Guillermo Cuadrado mi colpì una cosa: che quando doveva tornare al Chelsea, richiesto a gran voce da Antonio Conte, non ci voleva sentire; e quando la Juve riuscì a trattenerlo, con un ardita operazione finanziaria (praticamente un leasing di un giocatore di calcio), twittò ringraziando il cielo, come se andare a giocare al Chelsea fosse in iattura.

Sentimentale come sono, per le cose del calcio, questa cosa mi colpì molto.

Ebbene,  Cuadrado, la nostra Capra (ma non in senso sgarbiano) ha fatto faville: assist, gol, sgroppate delle sue… di tutto.

La scorsa stagione non è stata semplicissima per Juan: un infortunio ce lo ha levato per un terzo di stagione; ma poi è tornato, eccome se è tornato: pur avendolo visto almeno 72 volte, ancora oggi non saprei dire come è entrata la palla del 2-2 a al minuto 87 di Inter-Juventus; è tuttora un mistero irrisolto.

Si era invece capito benissimo come aveva incornato il cross di Khedira sbloccando Juventus-Milan, che si stava complicando assai.

Ma si sa, lui è quello dei gol decisivi, importanti, fondamentali: non dimenticherò mai il gol “di chiappa” al derby di 3 stagioni fa; il gol che lo decise al 92mo e rappresentò la svolta di quella stagione: cross teso di Sandro e lui che inizialmente pare sbagliare quel gol. Si siede sul pallone, entra. Gol di chiappa.

E’ quello dei gol decisivi, ma è anche “allegriano” in senso stretto: chi è stato messo a fare il terzino destro, in caso di bisogno? Cuadrado. Si è sacrificato, è tornato agli albori della sua carriera. Noi allegriani apprezziamo. Anche se mai un anno che parta nel campetto dell’undici titolare.

Ieri, in Polonia-Colombia, ci ha convinto: lo abbiamo visto un po’ trattenuto all’inizio: troppo casino lì sulla fascia destra dei sud-americani, non riusciva a correre, a partire, a fare quel che sa; ma poi si è lasciato andare.

Cuadrado spacca la partita come sa fare. Nel secondo tempo, al cinquantesimo scatto, la mette in banca col 3-0 lanciandosi nello spazio: Capra contro Szczesny. Vince la Capra.