L’amore di Caceres non ha più senso

di Sabino Palermo |

Da Medhi a Martin il passo è breve, ma non così necessario.

L’uruguayano è tornato sulla “lista dei desideri”, low cost intendiamoci, dei dirigenti bianconeri dopo le continue richieste d’addio del centrale marocchino. Ma sarà davvero l’uomo giusto al momento giusto? O il desiderio sarebbe forse più di Caceres che della Juventus?

Il difensore classe ‘87 viene da un’esperienza fallimentare alla Lazio, dove non ha trovato continuità in campo e non è riuscito ad imporsi in un reparto che – oltre ad Acerbi – conta centrali “adattati” (vedi Radu) o senza l’esperienza del pelado da Montevideo. Perciò, il dubbio sorge spontaneo: ma la Juventus che punta alla Champions League ha davvero bisogno dei suoi servigi in retroguardia?

Dopo 110 presenze con la Juve, svincolato per motivi caratteriali e disciplinari, già cavallone di ritorno tra i pochi stranieri della storia bianconera, il suo equivoco “tecnico e tattico” lo ha portato dal Southampton, al Verona fino alle 8 presenze coi biancocelesti di Inzaghi. Potenzialmente Martin avrebbe potuto essere il jolly difensivo, cercato disperatamente da Allegri in questi anni, capace di tenersi la maglia bianconera ancora oggi: e invece, che ti è successo ragazzo mio?

L’integrità, fisica e morale (sai solo tu i danni che hai fatto a Torino…), dice che non sei più lo stesso che decideva le sfide a San Siro coi tuoi inserimenti perentori. Dalle pennellate sotto la traversa ai salti in mezzo alle difese avversarie: decisivo quanto perso nel tuo personaggio da sudamericano “sopra le righe”. Ora rimane il tuo ricordo, ormai Secco come le parole dell’ex dirigente juventino: “Caceres è interessante perché è un jolly difensivo che può fare tutti i ruoli dietro. Caceres l´avevo portato io a Torino, – conclude con aria di rivincita – poi la nuova società ha fatto scelte diverse: adesso forse si sono ricreduti…”

Dispiace Martìn, davvero molto, ma tu non sei ciò che serve.

Non sei più l’uomo giusto al momento giusto: lo metto bianco su nero. E poi dove ti collochiamo, scusa? Da centrale non dai sicurezza, non è mai stato il tuo ruolo natuarale a quattro, a tre in difesa non ci mettiamo più. Da esterno non c’è più posto (e al limite stavamo cercando Darmian, poi sparito dai radar). Perciò, insomma, perché questo amore sta facendo un giro immenso, ma probabilmente e razionalmente a vuoto?