Buon 2019, ma come faremo a sorprendervi ancora?

di Juventibus |

Juventibus.com potrebbe anche chiudere. Diciamolo senza tanto girarci intorno: i siti web di lettura, con contenuti mediamente sopra i 30 secondi di tempo di lettura, sono destinati al peggio semplicemente perché – se ancora li possiamo considerare ancora tutto sommato attuali – presto saranno superati da nuovi modi di fruizione che chi scrive non può immaginare. Insomma, Juventibus.com è già oggi superato come lo furono i giornali senza neppure che se ne siano accorti ancora adesso. Non si tratta di meri numeri, ma di valenza, penetrazione, capacità di percepire, interpretare, modellarsi su ciò che c’è fuori (voi, il mondo, la Juve che è sempre uguale ma che cambia sempre, come lo sport che tanto ci fa impazzire) e non si ciò che si è dentro (noi, quanto siamo stati bravi e belli, quanto siamo simpatici, quanto ci siamo divertiti).

L’errore che non vorremmo commettere è quello di fermarci, e un po’ ci siamo fermati alle solite cose nel 2018. Colpa della Juve che vince sempre? Della ripetitività dei temi? Del fatto facciamo i mestieri più disparati? Ma se neppure Cristiano Ronaldo ci smuove (non tanto sui contenuti, quanto sulle idee), come faremo a sorprendervi ancora? La risposta è che dovremmo cambiare. Ci penseremo. Intanto ci prendiamo la vostra passione, ci teniamo stretti i tanti collaboratori che non sappiamo neanche come fanno e perché, li ringraziamo tutti e non basta mai.

Insomma, il nostro 2019… chi lo sa. Noi non abbiamo obiettivi, ci bastano quelli della Juventus. Però un senso a questo nuovo anno abbiamo deciso di cercare di darlo da subito. Con la seconda edizione dell’Eventibus, che è il nostro modo di rendere il calcio italiano ancora sostenibile. A Milano – da tutta Italia – vi aspettiamo. Spinti e stupiti da ciò che accadde a Roma giusto un anno fa…