La bufala di Kean e Bernardeschi e la cura Agricola

di Sandro Scarpa |

Guardate Kean, in 1 anno ha messo 20 chili di muscoli! Cura Agricola!

Guardate Berdardeschi, rispetto a Firenze sembra Hulk! Bravo Agricola!

Ogni anni la creatività di chi denigra la Juventus perde un po’ colpi: ci sono perle geniali, come i labiali di Allegri e Tagliavento o perle inedite come le sconfitte in cambio di plusvalenze (Genoa-Sturaro) ma da decenni ci si limita al vecchio mantra “Arbitri-Sistema-Doping”, perpetuato dai bar sport ai social e da giornalisti che prima si limitavano ad alludere e ora palesano tranquillamente faziosità e incompetenza.

 AGRICOLA E IL J-MEDICAL  

Riccardo Agricola, nel 2009 lasciò la Juve dopo 24 anni di attività a vari livelli nello staff medico. Coinvolto nel processo per abuso farmaci nel 2002, Agricola fu assolto in Appello nel 2005, con proscioglimento totale in quanto “il fatto non sussisteva e non costituiva reato”. Il procuratore Guariniello presentò ricorso in Cassazione, che si pronunciò nel marzo 2007, quando la vicenda venne chiusa. Per l’accusa di “utilizzo di farmaci, eventualmente, per fini diversi da quelli soliti” arrivò la prescrizione, con la precisazione che sarebbe servito un nuovo processo d’Appello per chiarire le varie vedute degli organi predisposti al giudizio. Ad una prescrizione in Cassazione (che non giudica la forma, ma la sostanza) gli accusati non possono “rinunciare” e così Agricola e la Juve furono scontenti per quella sentenza che lasciava dubbi sul loro operato.

Nel frattempo il TAS (su sollecito del Coni), nel 2005 si era così espresso in favore della Juventus: “l’uso di sostanze farmacologiche non proibite dalla legge sportiva, e che non possono essere considerate simili o associate a quelle proibite non può essere sanzionato con provvedimenti disciplinari.”

Pochi ricordano o sanno che “quelle sostanze” venivano utilizzate da molti club italiani negli anni ’90 (periodo sotto esame). Ecco un documento FIGC presentato dai legali Juve durante il processo, con la lista dichiarata dei farmaci (leciti) utilizzati dalle squadre avversarie:

Chiamati a testimoniare, alcuni referenti di case di distribuzione farmaceutiche rivelarono che la maggior parte dei club di A aveva ordinativi di farmaci in quantitativi analoghi a quelli della Juventus che, come in altre volte, è stata l’unico club chiamato a risponderne in un processo ordinario.

Quando nel 2017 apre il J-Medical in joint-venture tra Juventus e Santa Clara, si decise di chiamare Agricola a dirigere il centro. Chirurgo specialista in medicina dello sport, l’ex-medico Juve resta uno dei decani del settore, apprezzato da molti colleghi (qui le parole di stima del direttore dello staff sanitario del Napoli) ed era una scelta plausibile per dirigere un centro che offre servizi diagnostici e specialistici APERTO A TUTTI, che NULLA A CHE FARE con lo staff medico della Juve che è il seguente:

Prima del J-Medical, a ridosso dello Stadium, i calciatori Juventus svolgevano visite mediche alla Clinica Fornaca, all’Isokinetic o all’Ospedale Molinette. Col J-Medical la Juve ottimizza la diagnostica, mentre la supervisione medica, la riabilitazione, fisioterapia e nutrizione sono a cura di uno staff medico totalmente svincolato dal J-Medical.

In sintesi, per i complottisti, se Kean e Bernardeschi hanno messo massa muscolare con strane sostanze illecite i responsabili dovrebbero essere i dottori Rigo, Tenore o Pincella e non il buon Agricola. La realtà invece è che la preparazione e il lavoro atletico sui calciatori è poi a cura di un altro staff, questo:

 LO SVILUPPO MUSCOLARE (IN SINTESI)  

Ma torniamo a Kean, Bernardeschi e alla loro cura “esplosiva” (di Agricola o di altri).

E’ tendenzioso sostenere che qualsiasi sviluppo muscolare ritenuto sopra la norma sia “strano” (posto che Kean e Bernardeschi abbiano avuto questa crescita esagerata, cosa come vedremo poi). Non conosciamo i programmi di alimentazione e allenamento seguiti, dunque non è neanche possibile commisurare i risultati alle premesse.

Premesso ciò, che la Juventus adotti storicamente un approccio volto al raggiungimento di determinati standard ipertrofici e di forza, è fatto acclarato. Se riteniamo quindi che un club di tale calibro abbia tra i suoi obiettivi atletici principali l’aumento della massa muscolare, non ci si può stupire che i calciatori mettano su anche diversi kg di peso (come ad es. accaduto a Bentancur), senza per altro conoscere le composizioni di quel peso, quanta % di massa magra “pulita” sul totale. E’ come andare da un nutrizionista per perdere peso, seguire dieta e protocolli sportivi perfetti e alla fine ottenere l’obiettivo: questione di programmazione e sviluppo e scelta delle priorità. Ridicolo sostenere la tesi del doping basandosi su riscontri visivi, su soggetti vestiti, in movimento, incentrando la tesi su un presunto sviluppo ipertrofico impossibile da quantificare.

Inoltre ogni individuo può reagire in maniera soggettiva agli stimoli cui viene sottoposto. Lo stesso programma di sviluppo muscolare a cui viene sottoposto un Kean può avere risultati migliori o peggiori, immediati o ritardati, su un altro soggetto. E’ miope inoltre preoccuparsi dello sviluppo muscolare “eccessivo”, asserendo che possa dare un vantaggio competitivo o effetti collaterali nocivi. E’ necessario entrare in un’ottica metodologica: La squadra X per il calciatore Y ai fini del contesto Z ha i seguenti obiettivi atletici, cosa fare per ottenerli? Anche lavorare prevalentemente sulla forza (nel calcio implicata in quelle che chiamiamo “velocità” e “resistenza”) può portare ad un aumento ipertrofico.

 TRASFORMAZIONI FARLOCCHE, POSITIVE E SOSPETTE  

Infine, veniamo agli effetti della Cura Agricola. Ecco Bernardeschi (a torso nudo for the ladies), in una foto postata nel Giugno 2017:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

But first… He’s a big friend. #hairstylist #barber #friend @maxsahairstylist

Un post condiviso da Federico Bernardeschi (@fbernardeschi) in data:

 

e qui lo stesso Bernardeschi in una foto da lui postata a Gennaio 2019:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Thank you @martinguitar for hooking me up with this new masterpiece! Ready to rock’n’roll now! 🤟🏻#rocknroll #music #guitar #newgift

Un post condiviso da Federico Bernardeschi (@fbernardeschi) in data:

Le foto possono avere date diverse rispetto alla pubblicazione ma, quella postata a Giugno 2017 (prima di arrivare alla Juve) non può che essere precedente a quella data mentre, in quella postata a Gennaio 2019, il calciatore ringrazia per la nuova chitarra, difficile quindi possa risalire a molto tempo prima.

Inutile pubblicare, come i complottisti anti-Juve, le foto di un Kean 16enne e paragonarle a quelle attuali (19 anni), sarebbe puerile come (ad es.) pubblicare lo sviluppo muscolare di altri calciatori, dai 17 anni in poi, senza nemmeno scomodare rivali italiane:

In altri Paesi (e sport) la trasformazione muscolare, in breve tempo, viene vista come prova di impegno e dedizione degli atleti e di bravura e competenza dello staff atletico:

Ancora più impressionanti i progressi muscolari degli atleti NBA, soprattutto nel passaggio da high school/college al professionismo, esaltati in USA con immagini “before and then” che farebbero impallidire i complottisti calciopolari di casa nostra, ecco Joel Embiid e Giannis Antetokounmpo:

Ci consola comunque pensare che, i complotti sulle esplosioni muscolari sono all’ordine del giorno anche in altri Paesi, con buona pace del nostro Agricola:

 

 

– Ringrazio Dario Pergolizzi per la parte seria dell’articolo (sullo sviluppo muscolare).