Bonucci è sempre in discussione

di Michael Crisci |

Leonardo Bonucci potrebbe diventare un dilemma in casa Juve. Gli ultimi due turbolenti anni lo hanno messo in risalto come caso mediatico, e forse hanno in parte oscurato il suo rendimento in campo. Sufficiente al Milan (inizio disastroso, seconda parte accettabile), molto altalenante alla prima stagione da figliol prodigo alla Juventus.

Di Bonucci si conosce tutto, la sua immensa qualità di costruttore di gioco, le sue carenze in fase di marcatura. Quest’anno la sua titolarità non è mai stata messa in dubbio; l’addio di Benatia, l’inconsistenza di Caceres e la poca continuità di Rugani, gli hanno garantito un posto da titolare che solo gli infortuni gli hanno negato qua e là durante la stagione.

Adesso, con l’arrivo (probabile) di De Ligt, anche il suo ruolo in questa Juve torna in discussione; L’olandese verrebbe preso in chiave post Chiellini, ma il numero 3 bianconero quest’anno giocherà, molto probabilmente, le gare più importanti. Questo significa che il difensore viterbese potrebbe venir messo da parte soprattutto nelle grandi occasioni.

Bonucci, tuttavia, dovrà comunque adeguare e migliorare il suo modo di difendere, con l’arrivo di un maniaco della fase difensiva, come Maurizio Sarri; innanzitutto dovrà iniettarsi dosi massicce di concentrazione; tenere con metodica precisione la linea a 4 richiede particolare attitudine; Ma, se questo può valere anche per i suoi compagni, sarà nell’esposizione agli uno contro uno e i due contro due, che Bonucci dovrà dimostrare una crescita importante. La situazione in marcatura che più gli ha dato grattacapi in carriera, potrebbe rivelarsi un abitudine nelle gare della prossima Juventus di Sarri

Dunque, anche se dal punto di vista dello spogliatoio, il peso del numero 19 resterà tale, visto anche il probabile ritorno di Buffon e la permanenza nello staff tecnico di Andrea Barzagli, sarà in campo che Leonardo Bonucci dovrà dimostrare di poter ancora stupire, di non aver perso del tutto la fame che negli anni, di questo ciclo, lo ha sempre contraddistinto


JUVENTIBUS LIVE