Testa al Bologna: rebus centrocampo

di Juventibus |

Di Leonardo Menduni

Nella puntata odierna di Casa Juventibus è stata celebrata con grande sobrietà la vittoria di mercoledì sera degli uomini di Pirlo in Supercoppa contro il Napoli, con uno sguardo proiettato all’immediato futuro. In vista del lunch match di domenica allo Stadium contro il Bologna, infatti, restano alcuni nodi da sciogliere nonostante l’iniezione di fiducia derivante dall’aver messo in bacheca un trofeo. Il nodo da sciogliere sembra sempre essere, inevitabilmente, il centrocampo bianconero.

Secondo Luca Momblano, intervenuto “live” con uno dei suoi consueti blitz, il successo del Mapei non ha assolutamente diradato le nubi che avvolgono il centrocampo bianconero. Pur elogiando le prove di Arthur e Bentancur, secondo Momblano resta un rebus da risolvere l’assetto della linea mediana nelle prossime gare. Difficile che Pirlo effettui scelte definitive a questo punto della stagione, stabilendo quindi gerarchie auspicate da molti tifosi e addetti ai lavori. Più probabile che il tecnico cerchi nuovamente di ruotare gli uomini a disposizione a metà campo, con la presenza quasi certa di uno tra Ramsey e Rabiot, entrambi sempre nell’occhio del ciclone della tifoseria juventina. Quasi certa anche la conferma di McKennie, a conferma che il texano sia forse l’unico del reparto ad essersi guadagnato i gradi da titolare quasi inamovibile. Il centrocampista americano, arrivato a fari spenti dallo Schalke04 in estate, si sta rivelando senza dubbio tra gli uomini-chiave della prima parte di stagione.

La sensazione è che Pirlo possa provare a dare nuovamente minuti e forse una maglia da titolare a Ramsey, sempre tenuto in grande considerazione dal tecnico bresciano nonostante il gallese abbia fornito prestazioni non sempre brillanti. Da verificare le condizioni fisiche di Bentancur, ottimo mercoledì ma uscito malconcio dalla sfida del Mapei Stadium di Reggio Emilia. Sugli esterni molto probabile invece un turno di riposo per Chiesa, ancora alle prese con i postumi del fallo subito da Obiang nella sfida vinta col Sassuolo a inizio anno. Pare scontato, quindi, l’impiego di Bernardeschi , apparso in lieve ripresa nel secondo tempo di mercoledì, al netto di qualche amnesia in fase difensiva.

Da escludere esperimenti in una gara cruciale come quella di domenica coi felsinei. Non verrà quindi riproposto Kulusevski in una zona di campo nella quale lo svedese sembra tutt’altro che in comfort-zone. In attacco, salvo sorprese, giocheranno Ronaldo e Morata col giovane svedese pronto subentrare a gara in corso.

Mancano poche ore a Juve-Bologna: resta da capire se Pirlo ha in mente qualche soluzione per risolvere definitivamente il rebus, o se quantomeno fornirà nuovi indizi.


JUVENTIBUS LIVE