Mister Pirlo, Il blasone passa dall’Europa e dal mondo

di Juventibus |

Globe Soccer Awards sono dei riconoscimenti assegnati annualmente, a partire dal 2010, dall’organizzazione Globe Soccer.

Quest’anno è stata indetta una votazione per eleggere l’allenatore del secolo (o quantomeno del primo ventennio del secolo). Nel novero dei candidati, una sfilza di vincitori di Champions e campionati del mondo. E vi sono anche degli illustri eccellenti, come Klopp e Rafael Benitez (che in dote avrebbe anche due Europa League/Coppa UEFA)

Altri due esclusi, anche se mai vincenti a livello europeo con la Juve, sono sicuramente Conte e Allegri, 8 scudetti in totale. E dire che Conte ha vinto il premio di miglior allenatore dell’anno nel 2013. Il tecnico toscano, come Simeone, probabilmente paga le due sconfitte patite in finale.

Ci sono comunque due ex tecnici bianconeri nella lista, come Deschamps, che ha guidato la Juve dalla B alla A nel 2006/2007 e ovviamente Marcello Lippi, che nel 2001 ha dato inizio al secondo ciclo in bianconero, che ha portato a due scudetti e una finale di Champions, persa a Manchester contro il Milan di Ancelotti (anche lui nella lista, ed ex tecnico bianconero, fino al 2001). Lippi porta in dote anche la Champions asiatica, che lo ha portato a essere il primo allenatore a diventare campione d’Europa e Campione d’Asia.

La cosa che salta all’occhio, dunque, è che vincere nei confini nazionali non scalda, il blasone e la considerazione internazionale passano dai trofei. Anche più che dalle idee e dalle innovazioni tattiche (e qui si può tornare a citare il caso di Jurgen Klopp).

Il progetto e la speranza è che, in un futuro non molto lontano, nel novero possa esserci il nome di Andrea Pirlo, che verrà si giudicato anche dalle sue idee di gioco, ma soprattutto da eventuali allori internazionali. Sono le regole del gioco.


JUVENTIBUS LIVE