Berardi come Di Natale al San Paolo? Non scherziamo

di Alex Campanelli |

Pur presente nella lista dei convocati per Juventus – Sassuolo, Domenico Berardi non è partito per Torino assieme ai suoi compagni di squadra a causa di un attacco febbrile. Una notizia di per sé normalissima, diventata nel giro di pochi minuti una vera e propria “bomba mediatica” sui social network e su diversi siti d’informazione non esattamente a tinte bianconere.

Berardi non gioca mai contro la Juve che è proprietaria del suo cartellino, il Sassuolo è una filiale della Juventus“, una congettura perpetrata da tifosi e portali partenopei che poggia su basi pressoché inesistenti. Per smontare tale illazione abbiamo paragonato le partite giocate dal numero 25 del Sassuolo contro la Juve con quelle di un altro “osservato speciale”, Totò Di Natale, accusato di sparire nel nulla o millantare infortuni ogniqualvolta l’Udinese scende in campo al San Paolo.

Andiamo ad esaminare lo score di Berardi con la Juve nelle tre stagioni disputate in Serie A:

Stagione 2013/14
Juventus – Sassuolo 4-0, Berardi squalificato per somma di ammonizioni.
Sassuolo – Juventus 1-3, Berardi squalificato per somma di ammonizioni.

Stagione 2014/15
Sassuolo – Juventus 1-1, Berardi in campo per tutti i 90′, prova sopra la sufficienza secondo le maggiori testate giornalistiche.
Juventus – Sassuolo 1-0, Berardi in campo per tutti i 90′, prova al di sotto della sufficienza secondo le maggiori testate giornalistiche.

Stagione 2015/16
Sassuolo – Juventus 1-0, Berardi in campo per 80′, l’attaccante è tra i migliori in campo e provoca l’espulsione di Chiellini.
Juventus – Sassuolo (da disputare), Berardi in dubbio a causa di una sindrome influenzale.

In 6 partite disputate tra Sassuolo e Juventus, dando per scontato il suo forfait questa sera, Berardi è sceso in campo per 3 volte, mettendosi per due volte in risalto in positivo. Osserviamo ora le presenze di Di Natale al San Paolo contro il Napoli prendendo in esame 6 partite, relative a 5 stagioni, dato che l’attaccante dei friulani viene accusato di tirarsi indietro perlopiù per quanto riguarda le gare in trasferta.

Stagione 2011/12
Napoli – Udinese 2-0, Di Natale non convocato per la trasferta infrasettimanale, nessun dettaglio fornito dall’Udinese, Totò a segno due volte nella gara precedente col Novara e una in quella successiva col Palermo.

Stagione 2012/13
Napoli – Udinese 2-1, Di Natale in campo per 79′, prestazione opaca con un gol, comunque non semplicissimo, sbagliato quando il risultato era ancora sullo 0-0.

Stagione 2013/14
Napoli – Udinese 3-3, Di Natale fuori per affaticamento muscolare, regolarmente in campo nella gara precedente e in quella successiva.

Stagione 2014/15
Napoli – Udinese 2-2 (7-6 d.c.r.), gara di Coppa Italia protrattasi fino ai tempi supplementari, Di Natale fuori per tutti i 120 minuti di gioco e ovviamente escluso anche dalla lotteria dei rigori. Regolarmente in campo nella gara precedente e in quella successiva, con gol.
Napoli – Udinese 3-1, Di Natale squalificato per somma di ammonizioni, ultimo giallo rimediato contro la Juventus con un immotivato fallo di mano a centrocampo su pallone innocuo giocato da Lichtsteiner.

Stagione 2015/16
Napoli – Udinese 1-0, Di Natale fuori per affaticamento muscolare, in campo per 67′ da titolare nella gara precedente e per 17′ da subentrato in quella successiva.

6 trasferte al San Paolo per l’Udinese nelle ultime 5 stagioni, con il capitano Di Natale in campo solamente in un’occasione. Per caso serve aggiungere altro?