Benvenuti alla J-Art Gallery

di Nino Flash |

In un’intervista a Sport Voetbal Magazine di pochi giorni fa, Mino Raiola per descrivere de Ligt è voluto salire sui gradini della cultura, accostando a un celebre dipinto il suo assistito neo-bianconero: «Matthijs è come un Rembrandt, lo sta dimostrando con le sue ultime prestazioni. Sta diventando La Ronda di Notte” e lo vedi emergere davanti agli occhi».

Un abbinamento originale, che forse neanche ti aspetti da uno come Mino, ma che ha il merito di accomunare due ambiti, quello artistico e quello calcistico, in cui i protagonisti sono sempre stati analizzati, valutati, celebrati e talvolta venduti. Del resto non è la prima volta che vengono chiamati in causa grandi maestri della pittura a proposito di calciatori in forza alla Juventus. Ricordiamo tutti l’Avvocato creare prima il binomio Raffaello-Baggio e successivamente quello Pinturicchio-Del Piero.

De Ligt è sicuramente un pezzo pregiato. Paragonarlo alla “Ronda di notte” non è casuale, data l’imponenza della tela, la nazionalità e il suo valore assoluto.

Oggi, secondo Transfermarkt, la quotazione del nostro poderoso Matthijs si attesta sui 75 milioni, tanto quanto ottenne l’Ajax poco più di sei mesi fa.
Con spirito di emulazione ma senza prenderci troppo sul serio, abbiamo voluto proseguire in questa ardita associazione calciatore-dipinto, facendo riferimento ai nuovi arrivati dell’ultima campagna acquisti estiva del duo Paratici-Nedved,
immaginandoli novelli mercanti in giro per le botteghe d’Europa.
DEMIRAL
(Valore attuale Transfermarkt: 20 milioni)
Senza dubbio è un Pollock del calcio, per quella sua energia, che sprizza da tutti i pori, sovente espressa con tonalità forti, a volte eccessive. Ma comunque modernissimo e ammiratissimo. Potrebbe essere questo ”Convergence” (1952).
DANILO
(Valore attuale Transfermarkt: 20 milioni)
L’indole gioviale e spensierata del terzino brasiliano ci conduce in questo caso verso un Renoir in cui è ben presente la gioia di vivere. Il festoso “Ballo al Moulin de la Galette” (1876) fa al caso nostro.
RABIOT
(Valore attuale Transfermarkt: 32 milioni)
La scelta è ricaduta su “Triplo ritratto del Cardinale di Richelieu” (1640) di Philippe De Champaigne, che raffigura l’inviso protagonista della scena parigina in tre diverse posizioni (interno sinistro, centrale e interno destro). Con la speranza che Adrien possa diventare, del nostro centrocampo, un punto cardine. O magari Cardinale…
RAMSEY
(Valore attuale Transfermarkt: 40 milioni)
Chiudiamo la collezione 2019/20 con “Il marinaio Fritz Müller da Pieschen” (1919), dell’artista tedesco Otto Dix, esposto alla GAM di Torino. Qui è l’originale forma romboidale ad esaltare il personaggio, collocandolo così al centro del disegno. Tattico.
Per assicurarsi queste cinque illustrate rarità del mercato, la Juve ha dovuto sborsare in totale circa 147 milioni comprese le commissioni, ma dopo appena sei mesi il loro valore complessivo è lievitato a 187 milioni (almeno secondo Transfermarkt), realizzando un incremento di 40 milioni.
Comprare bene è anch’essa un’arte e in questo Paratici e Nedved potrebbero diventare i nuovi Maestri. Se già non lo sono…

JUVENTIBUS LIVE