Ben ritrovati su Juventibus 4.0

di Juventibus |

ZAMPINI: Juventibus ha 2 anni e mezzo, due scudetti (almeno uno nettamente falsato), qualche coppa in Italia (facile, in Italia si scansano) e una finale di Champions (grazie ai sorteggi di Platini) alle sue spalle. C’è gente che ci mette settant’anni ad avere un palmares di questo tipo. Ha tanti amici, insospettabili estimatori di grande qualità, qualche inevitabile denigratore e delle regole ben precise: qui si ride, si sorride, ma non si deride, non si insulta. Vietate le offese, vietati i complottismi, i “campionato falsato”. Facciamo una micromoviola, regolamento alla mano, che non sarà mai un alibi per una sconfitta o per delegittimare qualche vittoria altrui. Facciamo i top tweets dell’ormai mitico hashtag #jvtblive, con cui migliaia di tifosi seguono le partite della Juve sui social. Sempre senza la bava alla bocca, anche quando si perde, perché qui si è tifosi, molto tifosi, ma non è possibile criticare alcuni media per i toni troppo alti, irresponsabili, pericolosi, e poi fare un sito per riprodurne gli stessi errori. Commentiamo i fatti del weekend, analizziamo le avversarie, ricordiamo le partite e i giocatori che meritano di essere ricordati. “Ma perché gli altri ci possono offendere e noi dobbiamo essere sempre rispettosi, pure di chi sparge veleno nei nostri confronti?”. Perché Juventibus è nato proprio per questo, per comportarci in modo opposto rispetto a chi non ci piace.. Ne vale la pena? Ne è valsa la pena? A giudicare dalla vostra partecipazione e dal parere di qualche amico che qualcosa di comunicazione dovrebbe capirci, la risposta non può che essere una: non solo ne vale la pena, ma serve anche una nuova versione del sito per cercare di migliorarci, di essere sempre più presenti, di creare nuove sezioni e rendere il sito ancora più funzionale, anche da smartphone e da tablet. Sperando di continuare a fare sorridere tanti juventini, e a provocare un solo pensiero tra chi non ci ama: “Juventibus, non così”.

CORSA: Lato tecnico: il sito è stato pensato per essere più leggero e più funzionale in termini di indicizzazione, semplicità e facilità di ricerca. Lo abbiamo pensato per essere, a differenza della versione precedente, molto più facile da consultare anche e soprattutto da dispositivi mobili e tablet. La caratteristica principale di questo Juventibus 4.0, infatti, risiede nell’ambizione che ci siamo dati di creare un sito “vivo” 24 ore su 24: non solo analisi e opinioni, dunque; non solo community. La novità sarà nei Flash, articoli veloci e facilmente leggibili anche da cellulare che, proposti con il giusto timing, permetteranno a chi si collegherà al sito di avere una copertura piuttosto completa di tutte le novità importanti del mondo Juve selezionate, filtrate e proposte in maniera semplice. Nella nuova sezione – da me supervisionata – ci finiranno inoltre idealmente tutte quelle notizie rapide e virali che vorreste leggere al bar, tra un cappuccino e un caffè. Degli esempi? Il bollettino infortunati aggiornato, una pillola sulle prestazioni delle rivali di Coppa piuttosto che sui migliori giovani in prestito, un sunto delle gare della Primavera con tabellino e classifica, la moviola live durante la partita e immediatamente disponibile per discuterne con gli amici anti-juventini, tutte le informazioni finanziarie flash e le principali iniziative Juve, ecc. Vi proporremo inoltre un fact checking sulle varie minchiate lette o ascoltate su stampa, media e da addetti ai lavori e infine, per gli amanti delle chicche, avremo pillole molto carine come le migliori 3 azioni della partita (in video), l’analisi flash di un gol subito con le colpe dei nostri difensori magari con video a corredo, la pillola statistica di fine partita con qualche heatmap e tanto altro ancora. Sarà il nostro modo di “vivere” più intensamente la Juve e di farlo assieme a voi in maniera più presente e divertente. Le altre novità le introdurremo poi a poco a poco, non vi anticipo nulla. Chiudo con un doveroso ringraziamento a Gianluca Scatena, il “tecnico” che ci ha permesso di tradurre tutte queste idee nel codice del sito (e sopportare me e Momblano non è facile, ve l’assicuro).

MOMBLANO: No, fermi. Cioè, io vi devo sopportare tutti da due anni e adesso la cosa mi si ritorce contro? Azzerate tutto. Juventibus non è un sito, non è un notiziario, non è un portale. Juventibus è Juventibus, come la Juventus è la Juventus. Un’idea che mi si è rafforzata facendone di fatto il coordinatore e in parte l’animatore “occulto” (assumiti le tue responsabilità, ndCORSA). Se vogliamo, il DNA è il nostro mentre il motore è il vostro. Perché siete belli così e ci stimolate così. Ecco, diciamo che Juventibus è allora una Community 4.0. Noi veniamo a voi con i nostri scritti e le nostre interazioni social, ognuno con le proprie manie e con le proprie stramberie. Voi invece venite a noi (e prendiamo molto da voi, fidatevi) fin che state dentro i confini della buona educazione. Che nel calcio non vuol dire essere o meno sul carro, perché la verità è che non c’è mai un solo carro. E’ sempre e solo questione di prospettive. Per questo abbiamo deciso di provare ancora a salire di livello. Proprio per abbracciare ancora più prospettive, che sempre stato il punto di forza di questo progetto. Credo che le categorie Analisi e Community ci e vi aiuteranno non poco. Molto più dei nostri amici arbitri. Massimo Zampini e Antonio Corsa non li conto perché loro sono di una categoria a parte (avete presente la palla che rotola? Ecco, l’altra). Incominciamo!