Atalanta-Juve 2-2: dal dominio alla spirale dei gol fuori casa

di Fabio Giambò |

Occasione sprecata per la Vecchia Signora in casa dell’Atalanta, sopra di due gol, la squadra di mister Allegri si fa rimontare una partita assolutamente dominata sino al momento del secondo gol siglato da Higuain: episodio che forse ha alleggerito troppo l’attenzione della squadra che nel finale è stata tradita anche da Dybala, dopo la papera di Buffon in occasione dell’1-2, reo di aver calciato male un penalty concesso a qualche istante dalla fine.

Prima mezz’ora di gioco di alta qualità dei bianconeri, fraseggi veloci, buon giro palla, una grande occasione sprecata da Higuain sullo 0-0, poi un uno-due micidiale firmato da Bernardeschi ed Higuain, con l’ex Fiorentina protagonista anche con l’assist per il compagno. Il fiacco intervento di Buffon su Gomez cambia anche l’umore dei bergamaschi, forse è proprio qui che scappa via il match: a parte qualche rara occasione casuale, ci si riaffaccia poco e male dalle parti di Berisha. Il 2-2 è un concorso di colpe di chi lascia troppo spazio a Gomez, chi non segue Cristante, chi lo fa saltare liberamente in mezzo all’area, e poi si arriva all’ultimo istante quando per una volta Dybala non fa ciò che gli è riuscito meglio in questa prima parte di stagione, ed allora si perdono punti importanti.

Raggiunti dall’Inter, il Napoli ci lascia dietro, serve registrare qualcosa in fretta perché la differenza di gol subiti fra casa e trasferta vorrà dire sicuramente qualcosa.