#askJVTB – Alex Sandro

Il nuovo botta e risposta inter nos di Juventibus: Giacomo Scutiero pone le domande e un collaboratore a rotazione risponde.


 

Giacomo Scutiero➜ Due mesi fa, dopo la doppia certezza Asamoah-Inter e Spinazzola k.o., dissi che Alex Sandro fosse (paradossalmente) il più incedibile della rosa. Se lo riaffermassi oggi…
Davide Rovati➜ Diciamo che c’è un parametro che ti darebbe ancora ragione, cioè il valore assoluto di Alex Sandro in relazione a tutte le possibili alternative sul mercato. Parliamo senza dubbio di un top-3 nel ruolo: per quanti altri giocatori della nostra rosa lo puoi dire?
Però non escluderei che, con l’acquisto di Cancelo per la corsia destra, il mister stia pensando a una formazione fortemente asimmetrica: un terzino sinistro di impostazione più che di corsa, magari a piede invertito – magari Mattia De Sciglio. In tal caso, è chiaro che l’identikit del terzino sinistro titolare (ammesso che in questa Juve esistano ancora i titolari) si discosterebbe molto da quello di Alex Sandro.

 

Giacomo➜ Alex Sandro 2016/17 e 2017/18: due stagioni fa, non invidiavamo il Real Madrid per Marcelo; l’anno scorso, applaudivamo Asamoah piuttosto che il numero 12. Qual è la versione autentica?
Davide➜ Posso mettere la mano sul fuoco: la versione autentica è quella 2016/2017 se non altro perché abbiamo almeno un altro elemento a conferma, cioè la straordinaria seconda parte di stagione 2015/2016 che fece vacillare le gerarchie di Allegri per la fascia sinistra. In più, la CL giocata da protagonista nel Porto 2014/2015.
Penso che il giocatore ci avesse abituato a livelli di rendimento molto alti, senza peraltro aver ricevuto dalla società il riconoscimento economico del suo status in rosa. Al suo top riusciva a coprire tutta la fascia e a partecipare in modo decisivo sia alla fase difensiva che a quella offensiva.
E nell’ultima stagione – ora ti provoco – il contributo che è mancato di più è stato quello offensivo, al di là degli svarioni dietro che sono quasi fisiologici per un istintivo come lui, abituato a fidarsi ciecamente delle proprie capacità atletiche.

 

Giacomo➜ Chi sarebbe il miglior compagno di catena per Douglas Costa se Alex Sandro chiedesse la cessione?
Davide➜ Innanzitutto, dai per scontato che Douglas Costa giochi e in secondo luogo che giochi a sinistra. Per varie ragioni non sono convinto di nessuna delle due cose, anche perché Allegri difficilmente termina la stagione con le idee con cui l’aveva cominciata.
Ad ogni modo, se l’obiettivo è quello di avere un altro terzino di spinta dalle grandi qualità tecniche unite a una buona rapidità di base, due nomi “prendibili” e già abituati a certi palcoscenici potrebbero essere Bernat e Ismaily.
Conoscendo il modus operandi Juve però non mi sorprenderebbe un biennale a Kolarov: gran piede, rodato in Serie A e in Europa, col passare degli anni sta sempre più arretrando il raggio d’azione (ha fatto anche il centrale con Guardiola), insomma potrebbe essere un ottimo contraltare di Cancelo nell’ibrido che descrivevo rispondendo alla prima domanda.

 

Giacomo➜ Considerando i modi di gioco di Alex Sandro e Cristiano Ronaldo, tecnico-tatticamente parlando, quanto spiacerebbe al secondo non trovare il primo in squadra?
Davide➜ Sarebbe certo un’arma in meno in fase di rifinitura, che credo sia stata per tutta la stagione il tallone d’Achille della Juventus 7.0 e che sembra tutt’ora un problema irrisolto nell’ottica della 8.0.
Mi sembra comunque chiaro che la connessione “naturale” stabilita da CR7 con Marcelo a Madrid sarebbe molto difficile da replicare con Alex Sandro, che non ha la stessa capacità d’immaginazione del suo connazionale nella gestione del pallone.