Aouar e la Juve, la formula c’era, la liquidità no

di Giorgia Ruggiero |

Nella puntata odierna di Boom boom mercato, Luca Momblano ci ha aggiornato sulla situazione di Houssem Aouar facendo il punto del mercato ad una settimana dalla fine.

Non è un mistero che il polivalente centrocampista francese in forza all’Olympique Lione piaccia molto in casa Juventus. Lo stesso Luca Momblano ci aveva messo la faccia. All’inizio di questa sessione di calciomercato aveva annunciato che la Juve, secondo le sue triplice fonti, aveva già imbastito la trattativa con il giocatore stesso e il Lione. La formula pensata era particolare ma ultimamente, complice anche il periodo Covid, sta tornando spesso.

Il caso Morata insegna che non si era andati troppo lontani con la formula del colpo che ci si prospettava per Aouar. La tecnica di approccio era la medesima e questo dimostra che la forza economica per poterlo fare c’era. Ora però la Juve non ha tutta questa liquidità per replicare con la stessa formula, quella del prestito oneroso con diritto di riscatto. Del resto questa è una condizione di quasi tutti i club europei, ad eccezione del Chelsea. La liquidità impegnata per Morata unita alla mancata partenza degli esuberi tra centrocampo e le mezze punte, come Douglas Costa, Bernardeschi ma anche Rabiot o Ramsey, non hanno permesso per ora di andare chiudere per Aouar con questa offerta.

Il patto con il giocatore è forte e c’è, l’intenzione è sempre stata chiara, tanto da mettere Aoaur nella condizione di aspettare la Juventus, nonostante le molteplici offerte ricevute da parte dell’Arsenal. Il Lione sarebbe stato ben felice di poter monetizzare, ma il centrocampista ha continuato a rispedire al mittente le offensive inglesi.

Non ci resta che attendere la prossima settimana per vedere se si sbloccheranno delle cessioni utili. Non succede, ma se succede.


JUVENTIBUS LIVE