Analisi tattica di Udinese-Juve: Lasagna, Fofana e De Paul sulla strada dello scudetto matematico

di Roberto Nizzotti |

Dopo aver superato la Lazio con una buona prestazione la Juventus è chiamata a ripetersi, nella 35^ giornata, contro l’Udinese per conquistare una vittoria che porterebbe a 1 solo punto la distanza con la matematica conquista del 9^ scudetto consecutivo, 38^ della storia.

Il compito può sembrare semplice ma in questo momento nessun avversario si può definire tale, e non potrebbe esserci errore più grande del sottovalutare la squadra di Mister Gotti.

L’Udinese, che ha conquistato 8 punti in queste 8 gare post lockdown, gioca solitamente con un 3-5-2 o con un 5-3-2 con un atteggiamento di attesa a copertura delle linee di passaggio, creando densità difensiva e puntando sulle transizioni positive per creare pericoli.

Gli schieramenti più utilizzati dall’Udinese in questa stagione (wyscout)
Fase di non possesso dell’Udinese vs la Lazio con densità creata nella zona centrale

Nelle gare post lockdown il valore medio PPDA, che risulta essere pari a 20,36, conferma quanto sopra descritto tanto quando i contropiedi che sono stati 52 ( media di 6,5 a gara), portati a conclusione con un’efficacia del 37%, un dato che certifica la pericolosità dei friulani nelle transizioni.

Inizio della giocata che ha portato al vantaggio vs la Sampdoria, con l’Udinese molto compatta e schiacciata verso la propria area di rigore.
Dopo un controllo pazzesco di De Paul l’Udinese riesce a sviluppare la giocata sull’esterno dx che verticalizza immediatamente per lanciare Lasagna in profondità.
Lasagna vince il contrasto, si invola verso Audero e lo batte. Tre passaggi e i friulani trasformano una transizione positiva in goal.

Nell’ultima gara, quella persa al San Paolo contro il Napoli per 2-1 subendo il goal vittoria di Politano solo al minuto 95, i friulani hanno confermato il cinismo totalizzando 4 tiri, 3 dei quali in porta compreso il goal di Rodrigo De Paul, elemento tra i più in forma insieme a Kevin Lasagna e Fofana.

Pur adottando un atteggiamento che predilige attesa bassa e transizioni positive, l’Udinese concede occasioni agli avversari che possono trovare spesso uomini liberi tra le linee e andare così più facilmente al tiro.

In questa giocata Mario Rui riesce a dialogare con Zielinski e ad attaccare centralmente l’Udinese che, pur creanbdo densità difensiva, non sempre riesce nelle misure e nei tempi a chiudere correttamente le linee di passaggio, concedendo agli avversari delle penetrazioni a volte fin troppo semplici.
La giocata si concluderà poi con il tiro di Mario Rui deviato in angolo dal sempre ottimo Musso. Notare come il Napoli, nel caso il terzino portoghese se ne fosse reso conto, aveva l’opportunità di concludere con Callejon, completamente solo sul secondo palo.

I tiri concessi dall’Udinese sono in media 15.38  ogni 90 minuti, con circa il 40% di questi che centrano lo specchio della porta dove vigila Juan Agustin Musso .

Il portiere argentino si sta dimostrando tra i migliori del campionato per rendimento e sta aiutando la squadra di Gotti a conquistare importanti punti salvezza grazie alle sue prodezze.

Per capire l’efficacia di Musso basta leggere il dato dei tiri subiti in queste ultime gare (6,5 ogni 90 minuti) e raffrontarlo con il numero dei goal subiti (1,2 ogni 90 minuti)

A questi dati aggiungiamoci, sempre riferite a queste ultime 7 gare, anche le parate totali per 90 minuti ( 4,15) e quelle di riflesso che sono il 33% (9 su 27)

Statistiche di Musso (wyscout)

Oltre a Musso tra i protagonisti di questa particolare parte di stagione c’è sicuramente Kevin Lasagna che, con i suoi goals, sta trascinando la squadra al raggiungimento della salvezza.

L’ex attaccante del Carpi in queste ultime 8 gare è andato a segno in ben 6 occasioni risultando una delle punte più prolifiche di questo post lockdown al pari di Duvan Zapata, dietro di 1 goal ad Andrea Belotti e a 2 goal da Cristiano Ronaldo.

Le sue reti sono frutto della sua grande capacità nell’attaccare la profondità e nel difendere e controllare la palla in corsa, tutte caratteristiche che si sposano perfettamente con l’atteggiamento tattico che l’Udinese di Gotti applica.

Il rendimento di Kevin Lasagna in queste ultime 8 gare ( understat)

Per comprendere la pericolosità, in questo momento, di Lasagna basti pensare che nelle ultime 8 partite ha tirato 20 volte centrando la porta in 12 occasioni (60% di precisione) e di questi 12 tiri 6 sono diventati goals (50% di conversione).

Un giusto grado di attenzione la Juventus dovrà porlo anche su altri due elementi che sono in un ottimo stato di forma e che rispondono ai nomi di Seko Fofana e Rodrigo de Paul.

Il centrocampista francese, dopo il grave infortunio subito due stagioni fa proprio in una sfida vs la Juventus (frattura della tibia), ha ripreso la sua crescita e si sta imponendo dimostrandosi un centrocampista dal grande impatto fisico nella fase di non possesso ( 54% di duelli difensivi vinti e un a media di 4 a gara e 48% di duelli generali vinti con una media di 15 ingaggiati ogni 90 minuti), dotato di buonissima qualità nel palleggio (88% di precisione nei passaggi, 54% di dribbling riusciti ) e  di ottima visione nella fase conclusiva della giocata con ben 7 assist all’attivo ( 3 nelle ultime 8 gare ).

Statistiche difensive di Fofana in questa stagione (wyscout)
Statistiche, riferite a questa stagione, di Fofana in fase di costruzione (wyscout)

L’ex RCA (Racing Club de Avellaneda) invece si sta confermando anche in questa stagione come uno dei prospetti di maggior talento che Serie A può vantare e, soprattutto in questo momento, le sue qualità tecniche lo stanno portando a giocare con costanza ad alti livelli.

Con il goal segnato al Napoli, valso il momentaneo vantaggio, De Paul è salito a quota 6 reti e 4 assist, 2 e 3 nelle ultime 7 gare nelle quali sta andando al tiro con una certa frequenza di 3 tiri a gara e un 28% in porta.

Importante De Paul anche nella fase di costruzione della manovra con una precisione nei passaggi dell’80% e una precisione nei lanci lunghi del 57% con una media di 6 a gara, statistica quest’ultima che, nelle ultime 8 gare, è scesa di poco sotto i 6 a gara per una precisione del 64%.

Statistiche, riferite a questa stagione, di De Paul nella fase offensiva (wyscout)
Statistiche, riferite a questa stagione, di De Paul nella fase di impostazione (wyscout)

La Juventus, se sarà quella vista contro la Lazio, attenta e paziente nel tentativo di offendere ma senza mai perdere di vista l’equilibrio nella fase di non possesso, avrà ovviamente le qualità per battere l’Udinese che, come detto all’inizio, non deve essere sottovalutata perché ha le qualità per poter complicare terribilmente la vita a tutti, compresa la squadra di Sarri.


JUVENTIBUS LIVE