Analisi tattica di Juventus Dynamo Kiev: Contro gli ucraini per tenere vive le speranze di primo posto

di Roberto Nizzotti |

La Juventus, con la qualificazione in tasca, affronta all’Allianz la Dynamo Kiev cercando risposte importanti, soprattutto dal punto di vista della personalità dopo il deludente pareggio ottenuto contro il Benevento.

Gli ucraini sono in lotta con il Ferencvaros per conquistare il terzo posto che consente l’accesso all’Europa League, situazione che li porterà ad affrontare la partita con un’attenzione ancor maggiore di quella che ha già insita in se una sfida come quella vs la Juve.

La Dynamo Kiev, 1^ nella Premier Lig ucraina con 3 pts di vantaggio sullo Shakhtar Donetsk, è squadra dotata di buona tecnica che cerca di attuare un calcio propositivo, cercando di avere il più possibile il controllo del match, sviluppando una manovra che preveda un movimento della palla da sinistra a destra con buon velocità, per poi attaccare centralmente quando trova il corridoio per la verticalizzazione.

Questo modo di giocare è possibile grazie all’attuazione di un buon gioco posizionale che porta la Dynamo Kiev ad occupare ottimamente il campo in ampiezza, con il giocatore in possesso palla che si trova così ad avere più opzioni di passaggio.

La Dynamo Kiev, come detto, ama impostare la giocata dalla difesa con il fraseggio corto ma a volte, alcuni suoi elementi , quando vengono pressati peccano in reattività e attenzione regalando palla e concedendo così importanti transizioni positive.

La Juventus dovrà riuscire ad applicare con continuità una rieggressione equilibrata, evitando quindi di sbagliare i tempi di pressione che potrebbero regalare spazi importanti agli ucraini che, con il loro gioco posizionale, potrebbero attaccare portando seri pericoli alla difesa bianconera.

In tal senso sarà importante la prestazione di De Ligt e il ritorno di Bonucci, i due elementi che dovranno mantenere alta la linea della difesa, così da permettere alla squadra di andare in pressione senza perdere le distanze, e effettuare marcature preventive per evitare i contrattacchi in campo aperto.

Passando alla fase di non possesso della squadra allenata da Mircea Lucescu, questa vede il tentativo di chiusura delle linee di passaggio centrali andando a portare pressione sul portatore palla e tentando, con buona aggressività, il recupero all’altezza del centrocampo.

Sarà pertanto importante avere pazienza e non forzare la giocata per non regalare opportunità alla squadra ucraina. Avere pazienza non significa essere lenti e il movimento della palla, e degli uomini, dovrà essere effettuato con velocità e ottimali tempi di gioco.

La Juventus, che effettuerà alcune rotazioni (Danilo e Cuadradodovrebbero riposare così come Dybala), dovrà dare importanti risposte soprattutto in fatto di continuità di prestazioni, e la gara vs la Dynamo Kiev rappresenta l’occasione giusta, anche per alcuni elementi, per mettere a referto una bella prestazione e vittoria così da approcciare nel migliore dei modi la preparazione in vista del derby vs il Torino di domenica.


JUVENTUS LIVE