Analisi tattica Sampdoria-Juventus: Ranieri e Quagliarella sulla strada della rimonta

di Roberto Nizzotti |

In attesa di recuperare la gara vs il Napoli la Juventus si appresta ad affrontare il girone di ritorno cominciando dalla difficile trasferta di Genova nella quale affronterà la Sampdoria di Claudio Ranieri.

I blucerchiati  giocano solitamente con un 4-4-2 che può trasformarsi in un 4-4-1-1 (sistemi utilizzati in 16 gare) e sviluppano il loro gioco sfruttando molto le corsie laterali, precisamente con un coinvolgimento del 39% a sinistra e del 37% a destra e puntando sulle transizioni positive che riesce a concretizzare con efficacia (Con Roma e Fiorentina la Samp è, con 4 goal, la miglior squadra del campionato per numero di reti segnate da situazioni di contropiede).

La Samp mantiene un pericolosità offensiva costante con i 30 goal segnati che sono equamente divisi nell’arco del match, con una leggera prevalenza di marcature nel 2^ tempo con 17 goal su 30.

L’efficacia offensiva di Quagliarella, maggior cannoniere della squadra con 7 goal, e compagni è confermata anche dal rapporto tra i goal segnati e gli xG prodotti, con uno scarto positivo di 6.03 (30 goal segnati a fronte dei 23.97 xG), il secondo migliore dopo quello dell’Inter (6.07).

Per quanto concerne l’atteggiamento dei blucerchiati nella fase di non possesso possiamo dedurre, dal valore medio PPDA di 11.83 registrato in questo girone d’andata, che sia di attesa concedendo al rivale la possibilità di palleggio per poi aggredirlo (6^ per contrasti con 15.9 a gara) per tentare di recuperare palla e dare vita alle transizioni positive.

Allo stesso tempo però la Sampdoria risulta essere la prima per numero di pressing effettato nella ¾ avversaria con 38.8 ogni 90 minuti mostrando quindi una certa adattabilità rispetto al tipo di avversario che si trova ad affrontare.

Nella fase di costruzione la Juventus dovrà quindi fare molta attenzione nel palleggio per evitare di innescare giocatori letali negli spazi come Keita Baldé che vive un ottimo momento di ottima forma con 3 goal nelle ultime 5 gare.

Nella fase difensiva i blucerchiati si dimostrano più efficaci nei primi 45 minuti rispetto alla seconda parte della gara nella quale hanno subito ben 20 dei 29 goal incassati.

Tra i singoli il migliore per interventi difensivi per incontro (4.8) è Tonelli che risulta però anche leader nella classifica dei cartellini gialli (9), un aspetto che la Juventus dovrà sfruttare.

Importante anche il rendimento dell’ex di turno, il portiere Emil Audero che risulta essere secondo per numero di interventi a gara (3.5)

Le difficoltà della Samp si evidenziano quando viene pressata durlante la fase di costruzione della giocata  e quando la pressione che porta  viene elusa dall’avversario, con quest’ultimo che poi si ritrova ad avere spazi importanti per attaccare la profondità.

La Juventus ha i giocatori in grado di saltare la pressione rivale (Arthur e Bentancur, per esempio) e di verticalizzare la manovra sfruttando l’attacco degli spazi con McKennies o Chiesa, e pertanto dovrà mostrarsi reattiva e attenta nell’attuazione della giocata e mostrare cinismo in attacco.

La gara vs la Sampdoria apre il girone di ritorno ed è importante vincerla per dare continuità sia alle ultime prestazioni che agli ultimi risultati per poter continuare la crescita e la rincorsa scudetto.


JUVENTIBUS LIVE