Analisi tattica di Juve-Lecce, le chiavi della gara: schermare Tachtsidis e sfruttare gli spazi

di Roberto Nizzotti |

Dopo la bella prestazione contro il Bologna che ha portato alla vittoria per 0-2, la Juve è pronta a giocare la prima gara di Serie A post lockdown nel suo Allianz Stadium, dove affronterà il Lecce di Liverani, reduce dalla cocente sconfitta interna per 1-4 vs il Milan.

I salentini contro i rossoneri di Pioli si sono schierati con un 4-3-2-1, variato durante il match in un 4-4-2, modulo che, viste le numerose assenze, potrebbe cambiare, come detto dallo stesso Liverani nella conferenza stampa pre gara.

 

 

Il Lecce è solito creare densità dietro la palla e puntare su rapide transizioni come evidenzia il valore medio stagionale PPDA in serie A che è di 14,85, aumentato ad un 18,48 contro il Milan

Duelli difensivi vs il Milan (wyscout)

 

Schema dei passaggi vs il Milan (340, 82% di precisione – wyscout)

 

Palle recuperate (73) vs il Milan (wyscout)

 

Palle intercettate (48) vs il Milan (wyscout)

 

Il problema per i giallorossi è che, pur portando molti uomini dietro la linea della palla, non si dispongono con le corrette distanze concedendo al rivale molte linee di passaggio e la possibilità di trovare l’uomo tra le linee consentendogli di attaccare centralmente.

A tal proposito, è bene ricordare che  il Lecce ha una media stagionale di goal subiti pari a 2,22 a partita e di 17,48 tiri concessi

Questo potrebbe facilitare la Juventus che, come ben ricordiamo, con una giocata centrale di grande qualità ha confezionato, con de Ligt, Bernardeschi e Dybala, il raddoppio in casa del Bologna .

Queste sono alcune immagini tratte dalla gara vs il Milan dove si nota quanto sopra esposto.

 

Giocata che porta al vantaggio di Castillejo. Calhanoglu, che fa l’assist, non viene pressato e lo spagnolo entra in area senza essere disturbato.

 

I milanisti godono di ampio spazio e tempo per pensare ed effettuare la giocata.

 

Quando attaccava in cerca del gol il Lecce, non in grado di rientrare tempestivamente, concedeva praterie per le transizioni del Milan.

Come detto, il Lecce tende ad aspettare e a dar vita a rapide transizioni positive, innescando con passaggi progressivi (75 di media e 87 contro il Milan con il 68% di efficacia) e lanci lunghi (48 di media e 59 vs il Milan con il 54% di precisione) attaccanti abili nell’attaccare la profondità come Lapadula (in dubbio), Babacar e Falco.

 

Passaggi progressivi del Lecce vs il Milan (87, 69% di successo) – wyscout

Quest’ultimo, elemento di qualità ( 90% di precisione nei passaggi, 8 dribbling di media a gara con un 58% di successo) agisce sul centro destra e può rappresentare il pericolo maggiore considerando la nostra situazione deficitaria nel ruolo di terzino sinistro (probabile utilizzo di Matuidi o di Wesley “Gasolina” visto l’infortunio di De Sciglio e la squalifica di Danilo)

Heatmap di Falco vs Milan – wyscout

 

Lo schema della gara di Falco vs il Milan (statszone)

 

Legenda

 

Elemento importante per la manovra leccese è il greco, ex Roma e Hellas Verona,  Panagiotis Tachtsidis che detta i tempi nel centrocampo della squadra di Liverani, trovando spesso l’uomo tra le linee, ed è importante anche nella fase di non possesso con

Schema dei passaggi di Tachtsidis vs il Milan (wyscout)

 

Palloni intercettati da Tachtsidis vs il Milan – wyscout

 

Palloni recuperati da Tachtsidis vs il Milan

La gara che attende la Juve potrebbe rappresentare delle insidie dovute all’atteggiamento tattico del Lecce, che potrebbe essere volto a creare densità con la squadra sotto la linea della palla, situazione a noi poco congeniale.

Per ovviare a questo, e visti gli spazi e le occasioni che i salentini concedono, sarà necessario ripetere la gara giocata contro il Bologna evitando quegli errori in fase di costruzione che potrebbero risultare fatali.

Considerando il pareggio casalingo dell’Inter contro il Sassuolo è la sconfitta, con annessa rimonta subita da doppio vantaggio, della Lazio sul campo dell’Atalanta, vincere la gara contro il Lecce è di fondamentale importanza per portarci, momentaneamente, a +7 e +11 rispettivamente su biancocelesti e nerazzurri e mettere loro ancor più pressione in questo mini torneo, che potrebbe voler dire nono scudetto consecutivo.


JUVENTIBUS LIVE