Analisi tattica di Genoa-Juve: Bonucci e de Ligt per disinnescare l’attacco mobile dei liguri

di Roberto Nizzotti |

Dopo le vittorie contro Bologna e Lecce, per la Juve è tempo di affrontare una delle trasferte storicamente più ostiche, quella in Liguria per affrontare il Genoa (nelle ultime 6 gare perfetta parità con 3 vittorie a testa)

Il Grifone è in lotta per non retrocedere e, mentre prima della pausa aveva conquistato 11 punti in 6 gare, vincendone 3 delle ultime 4 (di prestigio il successo per 1-2 ottenuto al Meazza contro il Milan), dal ritorno in campo il rendimento è, come ci si poteva aspettare e com’é per molte squadre, cambiato, con una sconfitta e un pareggio in due gare, precisamente un 1-4 casalingo contro il Parma e un 2-2, in rimonta, a Brescia.

I rossoblu di Davide Nicola, che solitamente iniziano le gare con un 3-5-2 che può evolversi durante l’arco dei 90 minuti, sono una squadra che sa adattarsi al contesto tattico che si trova ad affrontare adottando un atteggiamento più propositivo ( contro Parma e Brescia un PPDA medio pari a 9,4 ) o più accorto ( vs il Milan e Roma Il valore PPDA medio pari a 16,14)

Schema passaggi vs il Parma (wyscout)

 

Schema passaggi vs il Brescia (wyscout)

 

Schema passaggi vs il Milan (wyscout)

 

 

Schema passaggi vs la Roma

 

Viste le difficoltà che solitamente la Juve incontra quando deve affrontare squadre molto corte dietro la linea della palla, è probabile che possa essere questo l’atteggiamento tattico che verrà adottato dal Genoa, con un 3-5-2 che si trasformerà in 5-3-2 in fase di non possesso.

Nel caso la pressione del Grifone fosse sulla prima costruzione, cosa che avviene o con il disturbo diretto al portatore palla o con una schermatura delle linee di passaggio cercando di indirizzare lo sviluppo della manovra verso l’esterno, la Juve dovrà fare attenzione a non commettere errori, a non regalare una riconquista della palla facile e vicino alla propria area. Superare tale pressione regalerà ottimi spazi da attaccare in transizione positiva.

Nel caso il Genoa opti invece per creare densità difensiva e dar vita alle transizioni positive la Juve dovrà, sulla scia di quanto visto contro Bologna e Lecce, muovere con precisione e velocità sia uomini che, conseguentemente, la palla e, nel caso quest’ultima fosse intercettata, essere reattiva e aggressiva nella riconquista.

 

Pressione laterale vs il Parma

 

Pressione laterale vs il Brescia

 

Genoa vs Brescia Blocco sul volante dei lombardi e pressione che indirizza la giocata sull’esterno

 

Il giocatore del Brescia, isolato, viene pressato e perde palla consegnandola al Genoa che, così, da vita ad una transizione positiva che vedrà Sanabria andare vicino al gol.

 

Transizione positiva del Genoa vs il Parma che porterà alla conquista del rigore, poi parato da Sepe.

 

Per la riconquista rapida della palla, oltre ad una pressione reattiva e precisa nei meccanismi, sarà importante l’atteggiamento di Bonucci e de Ligt, che dovranno vedersela con un reparto offensivo mobile, forte fisicamente e abile nell’attaccare la profondità composto probabilmente dal duo Pandev- Sanabria, con Favilli, Destro, Iago Falque e Pinamonti pronti a subentrare.

 

Prestazione di Sanabria vs il Brescia ( statszone)

 

 

Prestazione di Pandev vs il Brescia (statszone)

 

Prestazione di Bonucci vs il Lecce (statszone)

 

Prestazione di De Ligt vs il Bologna (statszone)

 

Legenda StatsZone

 

Riuscire ad anticipare le punte, disinnescando così la transizione positiva, o a contenerle fisicamente così da permettere alla squadra di rientrare tempestivamente, sarà a mio avviso una delle chiavi per disinnescare il potenziale offensivo del grifone.

Attenzione poi nella mediana all’esperienza dell’ex Ajax Lasse Schone, abile non solo nella fase di impostazione (ottima visione che gli consente, sulla ¾, di trovare varchi per mandare in porta i compagni) ma anche in quella di non possesso, con una media di 4 intercetti e 7 palloni recuperati ogni 90 minuti.

 

Schema passaggi di Schone vs il Parma

 

Schema dei passaggi in avanti di Schone vs il Parma

 

Il Genoa non è avversario proibitivo, pur che venga affrontato con il corretto approccio, altrimenti portare a Torino 3 punti che, gara dopo gara, diventano sempre più pesanti per la lotta scudetto, potrebbe diventare alquanto complicato.


JUVENTIBUS LIVE