Allegri: “Bella prestazione. Miglioriamo gli ultimi cinque minuti”

di Riccardo Sgroi |

Allegri

Il ritiro ha dato i suoi primi frutti: una super Juve crea tantissimo e asfalta lo Zenit 4-2. In difesa si balla ancora molto, ma con questo Dybala e questo Chiesa siamo tornati a pungere! Mister Allegri, soddisfatto?

“Bella prestazione sotto il piano tecnico e dell’aggressione in avanti: dovevamo dare una risposta. Era importante per il primo obiettivo della stagione che era il passaggio del turno” – Bella notizia dopo la bufera: la strada è ancora lunga, ma questo successo è molto importante e il segnale è incoraggiante. Sabato con la Fiorentina bisognerà spingere.

“Il secondo goal dello Zenit era nell’aria. Gli ultimi cinque minuti delle partite vanno migliorati: sono l’emblema della gestione dei momenti di questa squadra. Fai quattro contropiedi, non li chiudi e rischi una, due, tre volte… poi alla quarta prendi goal per forza” – Dagli aspetti positivi a quelli negativi: la gestione del possesso nei momenti finali non è piaciuta a Mister Allegri. C’è anche da dire che dopo essere andati in ritiro, la voglia di incidere sul campo era tanta e la squadra si è fatta trascinare da un pizzico di sana foga. Certo è che, effettivamente, quel secondo goal fa un po’ fatica ad essere digerito.

“Noi giocavamo con tre davanti e loro con tre difensori, quindi abbiamo deciso di prenderli alti. Poi dietro siamo giocatori bravi, con coraggio. Col Sassuolo fatto buona partita, mentre con l’Hellas male perché avevamo pagato emotivamente” – Insomma Max, col Sassuolo non è stata ‘sta gran partita… Con l’Hellas non ne parliamo. Bello il tentativo di proteggere un ambiente e un gruppo in evidente difficoltà, ma la scelta del ritiro è di per sé già sufficiente ad evidenziare il contesto che viviamo. Speriamo che sabato venga confermata la crescita e che si ritorni a marciare tutti assieme.

“Chiesa a destra compensa Danilo che spinge meno. Di là ho aperto Morata perché credo che sia più bravo se gioca meno spalle alla porta: ha girato molto per il campo con Paulo che faceva il rifinitore. Anche Bernardeschi ha fatto una bella partita, di quantità” – Un tridente originale, diciamo, che però ha funzionate alla grande.

“Sui cambi all’80esimo? La squadra faceva bene, nessuno era stanco, quindi ho fatto cambi tardi. Sabato abbiamo un’altra partita molto importante con la Fiorentina, che è una squadra tecnica ed aggredisce molto bene” – Sabato la partita è fondamentale e Mister Allegri lo sa. Speriamo di vedere un bello spettacolo allo Stadium.