Allegri: sapevo delle difficoltà, qui per costruire un nuovo ciclo

di Giordano Straffellini |

Domai altro scontro diretto nel gennaio incandescente della Juventus. Si va a casa di Mourinho che dopo la sconfitta col Milan avrà voglia di riscatto.  Non sarà sulla panchina della Juventus Massimiliano Allegri. Il tecnico livornese è stato squalificato per un turno dopo che al termine della gara contro il Napoli si è rivolto nei confronti del’arbitro in maniera irrispettosa. La tensione è alta. Il momento delicato. Filtra nervosismo dall’ambiente bianconero visto che la posta in palio, leggasi qualificazione alla prossima Champions League, è alta, assolutamente determinante per il futuro bianconero.

Max la presenta così

Domani è sempre Roma Juventus, scontro diretto fra due squadre importanti.  La partita sarà difficile, complicata, la Roma ha delle ottime individualità. Poi Mourinho dopo la sconfitta di Milano preparerà al meglio la partita, dovremo essere bravi sotto tutti i punti di vista.

Altra partita tosta contro una avversario che avrà la motivazione a mille

Squalifica di Max

La squalifica ci stava, non è necessario nessun commento.

C’è tensione nello staff bianconero. L’obbiettivo qualificazione Champions difficile e le giornate sono sempre meno

Dybala e formazione da valutare

La formazione è da valutare. Dybala è appena rientrato.  Ci saranno dei cambi. Veniamo da una settimana di duro lavoro. Col Napoli siamo stati poco brillanti anche per questo motivo. Ma il lavoro fatto ci servirà più avanti.

In vista della super coppa ci saranno rotazioni.

Modulo per domani e rientri

Per il modulo devo valutare la condizione generale della squadra, in particolare Chiesa Dybala e Bernardeschi. Per il momento sappiamo che c’è fuori Alex Sandro mentre rientrano  Kaio Chiellini e Pellegrini. In vista dei tanti scontri diretti che ci aspettano dovrò fare delle scelte. Domani saranno importanti i cambi.

Azzardare la formazione oggi sembra alquanto complicato

Ancora su Juve Napoli

Con il Napoli ci aspettavamo la vittoria per arrivare a due punti. Abbiamo fatto cose buone ed altre meno. Dobbiamo migliorare molto la qualità dei passaggi, va migliorata molto. Stiamo recuperando molti giocatori.  Nel giro di 15 giorni avremo tutti a disposizione. Dobbiamo migliorare sull’aggressione agli avversari quando sono nella nostra metà campo.

Qualità dei passaggi ripetuta più volte, specchio di cosa vorrebbe Max per migliorare la squadra.

Qui per aprire un ciclo

I punti sono meno dell’anno scorso. Sono venuto qui sapendo che era il primo anno in cui si andava a cambiare la squadra. Dobbiamo lavorare per creare della basi solide. Lavoro che richiede tempo. Detto questo già in questa annata potevamo fare meglio in alcune partite. Serve una crescita di esperienza della squadra. Bisogna imparare a leggere i momenti della partita. Dobbiamo capire che le partite non si vincono solo con la tecnica ma ci vogliono altre qualità. Siamo migliorati su molti aspetti ora dobbiamo lavorare molto sulla qualità del palleggio e della nostra fase offensiva.

Tolto Ronaldo che nascondeva parecchi problemi è il primo vero anno di ricostruzione.

Condizione di Arthur

Arthur è rientrato e sta bene, è tornato più tardi perché positivo al covid. Non ha i 90 nelle gambe ma può giocare uno spezzone.

La Juventus ha problemi irrisolvibili

La domanda è proprio questa. Max risponde. Stiamo lavorando per migliorare la qualità del gioco e la qualità realizzativa. L’obbiettivo è arrivare a fine stagione con una crescita importante della squadra nella gestione del gioco e nei momenti della partita. Abbiamo la qualificazione Champions, la super Coppa la Coppa Italia e poi gli ottavi di Champions.Dobbiamo crescere per fare bene. Più giochiamo più esperienza accumuliamo. Questo ci serve per capire meglio le partite ed affrontarle nella giusta maniera.

Rispetto al passato Sarri e Pirlo vorremmo vedere una Juventus che nell’ultima parte di stagione fa meglio di quella iniziale.

 Le parole di Khedira

La Juventus ha cambiato giocatori. Hanno meno esperienza e diverse caratteristiche rispetto a quelli che c’erano prima. Dobbiamo lavorare su questi cercando di farli migliorare.

Dopo i continui attacchi ricevuti per Sami manca un centrocampista di personalità.. Sassolino?

Cuadrado diffidato.

Cuadrado domani gioca. La difesa viste le assenze è obbligata con Cuadrado a destra Desciglio a sinistra De Ligt e Rugani centrali. In vista della super coppa ci saranno rotazioni a centrocampo e in attacco. Probabilmente fuori Chiesa e Rabiot dentro Arthur Bentancur e Dybala.