Allegri: «Oggi passo gigante in avanti ma paghiamo gli errori: stiamo zitti e lavoriamo»

di Giordano Straffellini |

Una Juve a immagine e somiglianza del suo allenatore nel primo tempo. Senza fronzoli. Squadra attenta in fase difensiva. Pronta con Morata e Kulusevski a colpire non appena recupera palla. Un secondo tempo in cui il calo fisico della squadra è apparso evidente. In cui la mancanza di energie ha inciso sullo sviluppo della manovra bianconera. La Juve si ritrova sotto per due errori. Senza più le energie per rimontare.

Sensazioni buone anche se non gira

La squadra ha giocato una fase difensiva giusta. E’ stata fatta una buona partita. In questo momento le cose vanno così. Ai ragazzi oggi non posso rimproverare nulla. Mentre con l’Empoli avevamo fatto una brutta gara, oggi i ragazzi hanno giocato bene. In questo momento ci condizionano gli errori. Bisogna migliorare sotto l’aspetto tecnico. E’ il Solito Massimiliano Allegri. Analizza la gara in base a quello che aveva a disposizione e non in base ai sogno dei tifosi. Oggi si poteva fare questo tipo di gara. Senza due errori madornali si poteva uscire dal Maradona con i tre punti

Prova di carattere

I ragazzi oggi hanno fatto una prova di carattere. Nonostante il Napoli abbia giocato una bella partita Tek non ha fatto nemmeno una parata. Quando nel calcio non vinci bisogna stare zitti e continuare a lavorare. L’avesse fatta una parata Tek forse parleremo di un’altra partita.

Errori pagati carissimo

In questo momento ogni errore viene pagato a caro prezzo. Ci saranno dei momenti dove le cose andranno meglio. Stasera i ragazzi hanno fatto un’ottima partita. Abbiamo fatto male vicino all’area, dovevamo essere più precisi. Avevamo ripreso in mano la partita poi abbiamo preso questo  gol su calcio d’angolo. La prestazione della Juventus è ovviamente insufficiente. Ma viste le condizioni in cui si è presentata la squadra questo era il tipo di partita che si poteva fare. Questa in sintesi la lettura del mister.

Sczesny è il titolare

Non bisogna prendersi cura di Tek, lui è un grande portiere. E’ lui il titolare della Juve. Giocherà sicuramente anche martedì. Oggi è stato poco impegnato poi gli è sfuggita quella palla ma non sono preoccupato per lui. Il momento più nero per il portiere da quando è alla Juve e forse della sua carriera.

I cambi non hanno aiutato

Dopo il gol dovevamo avere più palleggio. Dovevamo fin da subito iniziare a costruire a tre da dietro. Avevamo in campo due ragazzi Pellegrini e Desciglio che non giocavano da sei mesi, e avevano qualche acciacco fisico. Ramsey si è allenato solo ieri , non pensavo potesse giocare. Poi se fai errori di impostazione su palle semplici è ovvio che gli avversari ripartono e ti mettono in difficoltà. Il mister vuole a tutti i costi difendere la squadra.

La squadra ha fatto passi da gigante

La squadra ha fatto passi da gigante. I ragazzi hanno fatto tutto quello che gli è stato chiesto. No non avete letto male Allegri ha detto proprio così.

La classifica inizia a fare paura?

Guardare davanti non preoccupa. Ne abbiamo passate anche di peggio. La cosa che conta ora è martedì. il campionato è lungo. Bisogna cercare di fare qualche vittoria. Gli elementi per avere fiducia guardando al passato non mancano. Dobbiamo vedere la stessa formazione per due o tre giornate di fila per capire cosa potrà fare la Juve quest’anno.

Era una Juventus in evidente difficoltà già prima della partita. Assenze pesantissime e giocatori che non vedevano il campo da parecchio tempo. Nonostante questo Max non cerca scuse. Analizza la partita in funzione dei giocatori a disposizione e la reputa buona. Indica a tutti cosa fare in questo momento: quando non vinci deve star zitto e lavorare. Buon lavoro mister.