Agnelli all’ECA tra il calcio mondiale in crisi ed un mercato che non sarà più lo stesso

di Valerio Vitali |

agnelli ECA

Agnelli nella mattinata di oggi ha parlato in videoconferenza alla riunione ECA. Il presidente della Juventus e numero uno dell’Associazione Europea dei Club, ha utilizzato toni tutt’altro che ottimistici. Queste le sue dichiarazioni a tal proposito: “A causa del Covid ci sono tutt’ora crolli ingenti nell’economia dei club. Stimiamo che per colpa del Coronavirus siano andati persi circa 4 miliardi di euro. Meno liquidità da parte delle tv, meno entrate dagli impianti sportivi”. 

Impossibile non collegare questa crisi globale al calciomercato. Saranno infatti i club i soggetti più coinvolti in questo buco finanziario senza precedenti. Ha così sentenziato infatti lo stesso Andrea Agnelli: “Secondo la Fifa, il 90% di questa perdita sarà relativa ai soli club. In sostanza, circoleranno meno soldi. La maggior parte dei club andrà verso una crisi di cassa”. 

All’interno di questo ragionamento viene di logica conseguenza il calciomercato della Juventus. Impossibile pensare ad un mercato stile estate 2016 per il club bianconero, o ad un nuovo acquisto in stile Cristiano Ronaldo. Troppo alti i rischi (e le perdite economiche) per permettersi dei lussi in tema. Basta sognare a Pogba o a spese folli, che con molta probabilità non dovrebbero verificarsi nemmeno con l’allontanamento di qualche famoso “esubero” in rosa.


JUVENTIBUS LIVE