Juve, oltre 8 anni di dominio statistico

di Riceviamo e Pubblichiamo |

Di Μᾶρκος

È caduta la penultima roccaforte, l’ultima in trasferta. La SPAL era rimasta, infatti, l’ultima squadra a non aver subito alcuna sconfitta interna in campionato contro la Juve dell’“era Stadium” (ovvero di questa lunga epopea tricolore): nei due precedenti delle ultime stagioni, dalle sfide con gli estensi erano scaturiti un pareggio (0-0, 2017/2018, in piena sfida scudetto contro il Napoli di Sarri) e una sconfitta (2-1, 2018-2019, partita che avrebbe rappresentato uno scudetto da record con la vittoria a sei turni dal termine, poi rinviata alla settimana successiva, nella gara interna con la Fiorentina post-eliminazione con l’Ajax di de Ligt).

Per quanto riguarda le gare casalinghe, dopo la vittoria sul Brescia dello scorso turno l’unica squadra a non esser mai uscita battuta dallo Stadium rimane il Lecce, che nell’unico precedente (2011/2012) riuscì a impattare sull’1-1 con gol di Bertolacci, bravo a sfruttare il generoso regalo di Buffon a pochi minuti dal termine in una gara che avrebbe potuto suggellare il primo scudetto – poi agguantato matematicamente qualche giorno dopo a Trieste – dell’incredibile ciclo tuttora in corso.

Andando a scrutare più da vicino le statistiche casalinghe, nel momento in cui scriviamo (25a giornata del IX anno ab Stadio condito) la Juventus ha concesso alle 32 avversarie soltanto 36 punti su 492 disponibili (conquistandone, di conseguenza, ben 435, ovvero l’88,41% del totale, frutto di 138 vittorie, 21 pareggi e 5 sconfitte su 164 gare): a guidare questa speciale classifica sono l’Inter (5 punti), la Lazio e la Sampdoria (4), le poche squadre – insieme al Napoli di Koulibaly e all’Udinese di Théréau – ad aver violato lo stadio bianconero. Si attestano a quota 3 anche Cagliari e Genoa, capaci di pareggiare tre volte allo Stadium di cui, curiosamente, due volte nei primi due anni (benché il pareggio coi sardi nel 2013, e similmente nel 2015, sia arrivato a titolo già conquistato).

In fondo alla classifica fanno clamore gli zero punti ottenuti da Roma (8 sconfitte), Fiorentina e Milan (già a quota 9): in particolare, i giallorossi detengono il primato assoluto di sconfitte allo Stadium, considerati pure i due precedenti in Coppa Italia (l’ultimo, recentissimo, di appena un mese fa), mentre i toscani sono gli unici ad aver violato il nostro stadio in una competizione nazionale diversa dalla Serie A (l’1-2 nella semifinale d’andata nell’anno della 10a Coppa Italia) e il Milan riuscì a portare ai supplementari la semifinale di ritorno nel primo anno di Conte, quando Vučinić risolse la contesa col 2-2 finale.

La Roma, tuttavia, può vantarsi del primato nella classifica delle gare in trasferta della Vecchia Signora: nonostante la vittoria all’Olimpico dello scorso 12 gennaio, i giallorossi hanno conseguito 15 punti contro i 9 della Juventus. Certo, dal gol di Osvaldo alla sfida della scorsa stagione, per ben quattro volte Roma e Juve si sono incontrate all’Olimpico a giochi ormai conclusi, compresa la gara (0-0) che nel 2018 assegnò matematicamente il settimo scudetto consecutivo.

Nel podio si collocano il Napoli, con cui il bilancio è in perfetta parità (12 punti a testa: 3 vittorie, 3 pareggi e 3 sconfitte), e il sorprendente Genoa (10 punti).

Inter e Lazio, le due principali contendenti di quest’anno, ci hanno battuto una sola volta a testa (la disastrosa Inter di de Boer e la straordinaria Lazio d’Inzaghi in grado di rifilarci due 3-1 – campionato e Supercoppa – nel giro di pochi giorni in pieno clima natalizio).

Il Cagliari è la squadra col maggior numero di sconfitte casalinghe, 7 in altrettanti incontri, curiosamente in tre città e quattro stadi diversi (Trieste, Parma e Cagliari [Sant’Elia e Sardegna Arena]).

Come rendimento generale, il record casalingo è offerto dallo strabiliante cammino dell’anno dei 102 punti, con 19 vittorie su 19 incontri. Seguono il campionato 2016/2017 (18 vittorie e il pareggio col Torino) e, fino a questo momento, l’attuale torneo (11 vittorie oltre all’evitabile 2-2 col Sassuolo).

In trasferta, dove abbiamo ottenuto 352 punti su 495 totali (71,11%, con 106 vittorie, 34 pareggi e 25 sconfitte su 165 gare), la migliore prestazione è stata raggiunta nel 2017/2018, quando il punteggio finale di 46 punti sui 57 totali disponibili ha sfiorato il record dell’Inter di Mancini del 2006/2007.

Delle 244 vittorie totali (poco meno del 75% sul totale di 329 gare), 14 sono state ottenuto contro il Milan; 13 contro Atalanta, Chievo, Fiorentina, Lazio e Udinese; 12 con Bologna, Cagliari e Torino; 11 contro il Napoli; 10 contro Genoa, Inter, Palermo, Roma, Sampdoria e Sassuolo; 8 contro Empoli e Parma; 6 contro il Verona; 5 contro il Catania; 4 con Pescara e SPAL; 3 con Cesena, Crotone, Frosinone e Siena; 2 con Benevento, Brescia, Carpi, Livorno e Novara; 1 contro il Lecce.

I 55 pareggi sono così distribuiti: 5 con l’Inter; 4 con Atalanta e Genoa; 3 con Bologna, Cagliari, Chievo, Fiorentina, Napoli, Parma, Roma e Udinese; 2 con Lazio, Lecce, Sassuolo, Torino e Verona; 1 con Catania, Cesena, Crotone, Frosinone, Milan, Sampdoria, Siena e SPAL.

Infine, le 30 sconfitte sono state inflitte 4 volte da Napoli, Roma e Sampdoria; 3 volte dal Genoa; 2 volte da Fiorentina, Inter, Lazio, Milan e Verona; 1 volta da Parma, Sassuolo, SPAL, Torino e Udinese.

Ricapitolando, offriamo di séguito i singoli punteggi stagione per stagione e le relative classifiche con i punti conquistati dai nostri avversari: a parità di punti totali in termini assoluti, la priorità è assegnata a chi ha totalizzato più punti allo Stadium, eccetto il primo posto assegnato su criteri percentuali. Arrivederci a fine stagione per nuovi – e speriamo positivi! – aggiornamenti.


JUVENTIBUS LIVE