I 5 top e i 5 flop nella storia della fascia sinistra bianconera

di Riceviamo e Pubblichiamo |

Di Giorgio Mascione

Tutto nasce da un salutare momento di cazzeggio con l’amico Mingioni su Telegram: elencare uno per uno, a memoria, così come ci venivano in mente, i terzini sinistri della Juve che avevamo visto in questi anni tra fenomeni, “pippe” colossali, carneadi e campioni indimenticabili. Ebbene da quel momento di cazzeggio è nata l’idea di fare una speciale classifica dei Top5 di questo ruolo così difficile ma importantissimo. Se si fa una Top5 però è quasi naturale creare una Flop5 ed allora ti accorgi di quanta gente ha corso su quella fascia sinistra bianconera da quando tu possa ricordare.

Grazie al consiglio di Luca Momblano il tutto cerco di condensarlo in questo pezzo con un’unica regola e con due postille: la regola è aver visto almeno una volta (dal vivo o in TV) i giocatori di cui si scrive e le due postille sono che le classifiche non tengono conto né delle statistiche (presenze/gol/assist) né della conta dei trofei conquistati. I Top ed i Flop sono quindi esclusivamente dettati dal giudizio soggettivo (mio in questo caso) di ognuno in base alla considerazione tecnico/tattica del giocatore.

In questo modo ognuno di voi potrà stilare la sua personale classifica. Per quanto riguarda i “numeri 1” la scelta è abbastanza facile per i “Top”; credo infatti che ogni juventino (ma non solo) sia concorde nel ritenere Antonio Cabrini il più forte terzino sinistro della storia della Juventus. Per mia fortuna i primi ricordi di calcio sono legati a dei flashback del Mundial ’82 e quindi ho potuto ammirare il Bell’Antonio negli anni dei trionfi bianconeri. Cabrini rappresenta senza ombra di dubbio lo Zenit del terzino sinistro zebrato. Se non ci fosse stato un certo Paolo Maldini, probabilmente staremmo parlando del terzino sinistro più forte di tutti i tempi. Se tutti siamo d’accordo sul numero 1 dei Top sicuramente non lo saremo sul numero 1 dei Flop. Qui la scelta è davvero ampia e difficile. Personalmente ci metto, non me ne voglia perché ha sempre dato tutto in maglia bianconera, Cristian Molinaro, alla Juve dal 2007 al 2010.

Inutile ricordare che Juve e che periodo fosse. Passiamo alla posizione numero 2: per i Top io ci metto sicuramente Gianluca Zambrotta. Anche lui non ha bisogno di presentazioni avendo vinto praticamente tutto con Juve e Nazionale. Per me dopo Cabrini c’è lui come miglior terzino sinistro della storia gobba. Per i Flop invece la scelta è sempre più difficile ma alla fine scelgo Reto Ziegler (Juventus 2011). Sì proprio lui. Quello che cercavamo di vendere a chiunque ma poi ci tornava sempre indietro. Al terzo posto dei Top invece ci inserisco il mitico Gigi De Agostini. Giocatore di grande corsa ed anche dal gol facile, giocò nella Juve dal 1987 al 1992, anni difficili in cui la Juve vedeva vincere un po’ tutti. Al numero 3 dei Flop tocca menzionare il nostro Paolino De Ceglie. Una vita intera nella Juventus iniziando dal settore giovanile. Ha vissuto gli anni post Calciopoli, l’oblio e poi l’inizio della rinascita ma obiettivamente non è stato uno dei terzini sinistri più forti della Juve. In quarta posizione tra i migliori laterali sinistri della Vecchia Signora c’è invece (per me) Alex Sandro. Da qualche anno da molti juventini spesso criticato o addirittura vituperato ma il brasiliano è alla sesta stagione alla Juventus ed in queste sei stagioni è sempre stato il padrone assoluto di quella fascia detronizzando un certo Evra ed abbattendo qualunque concorrente. Probabilmente non sarà il Sandro dei primi due anni ma è un laterale difensivo di grande affidabilità.

Il quarto “meno forte” tra i numeri 3 gobbi è invece Francesconi! Chi è ? Non ricordate Francesconi? Io sì. Doveva essere addirittura l’erede di Cabrini! Cinque anni di contratto! Trapattoni aveva scelto per lui la famosa maglia numero 3 ma il povero Francesconi si ruppe il tendine d’Achille e perse ben cinque mesi della stagione. La Juve prese Di Livio ed a Francesconi restarono soltanto le briciole (11 presenze nella stagione ’93-94) e la rescissione consensuale a fine stagione. Terminiamo i Top ed i Flop Five con i nomi di Gianluca Pessotto e il mitico Athirson! Di Pessottino sappiamo tutto: dal ’95 al 2006 ha vinto tutto (o quasi) quello che c’era da vincere con la maglia bianconera. Terzino sinistro ma anche destro ma anche mezz’ala. Giocatore di una intelligenza tattica straordinaria. Athirson invece è davvero un Mito nel senso letterale del termine; non si sa neanche se sia letteralmente stato un giocatore tanto è diventato ormai il Carneade per eccezione dei giocatori transitati senza lasciare traccia nella Juve. Soprannominato il “nuovo Roberto Carlos”, segnalato addirittura da Omar Sivori, trattenuto a suon di battaglia legale dal Flamengo,mviene acquistato dalla Juve nel 2000 ma debutta in Serie A solo il 1º aprile dell’anno successivo, nel pareggio della Juventus contro il Brescia che complica la corsa allo scudetto dei bianconeri. Dopo lo sfortunato esordio scende in campo solo in altre quattro occasioni, contro Lecce, Fiorentina, Perugia e Atalanta. La stagione successiva, nonostante il ritorno di Marcello Lippi, non viene mai preso in considerazione e nel gennaio del 2002 viene rispedito in prestito al Flamengo in attesa di un ritorno in Piemonte che non avverrà mai, in quanto il 2 ottobre 2003 la Juventus rescinde il suo contratto, pagando anche una penale di 2,3 milioni di euro. Fantastico!

Questi quindi per me i migliori ed i peggiori 5 terzini sinistri della storia della Juve che io ricordi ma per onestà tra gli uni e gli altri ci sono tanti nomi che potrebbero essere citati. Come non citare Patrice Evra, Asamoah, il compianto Andrea Fortunato, il primo Giorgio Chiellini, il promettente Criscito che però da noi fu subito tagliato giocando da centrale, Robert Jarni, praticamente più un’ala che un terzino. E poi, chi se li dimentica i vari Dimas, Traorè ( non quello del Sassuolo),
Gioca bene, gioca male Paramatti in nazionale”, Juan Pablo Sorin (che da noi fu una meteora ma poi fece un’ottima carriera), Balzaretti. E Michele Serena? E Alessandro Orlando che verrà ricordato in eterno per aver fatto quel lancio ad Alessandro Del Piero per il mitico gol alla Fiorentina? Questi sono solo alcuni nomi che io ricordo aver visto almeno una volta calcare la fascia sinistra della Juventus da quando seguo il calcio. Come scritto all’inizio del pezzo ci sono campioni, fenomeni veri e propri, carneadi e bidoni colossali. Tutti però avranno per sempre l’orgoglio di aver fatto parte (anche soltanto per un attimo) della storia gloriosa della società più blasonata d’Italia. Ora però tocca a voi. Chi sono i migliori ed i peggiori terzini sinistri della storia della Juve che vi ricordate di aver visto almeno una volta?


JUVENTIBUS LIVE