4 dicembre 1994: Juventus-Fiorentina 3-2

di Davide Terruzzi |

La partita della rivelazione definitiva di Del Piero. La gara che ha fatto la prima Juventus di Lippi. Ventuno anni fa, il 4 dicembre, si giocò al Delle Alpi di Torino la sfida con la Fiorentina. Bianconeri in emergenza (senza Baggio, Conte, Di Livio, Deschamps, Kohler) ma che partono fortissimo senza trovare il gol. Reti, due, che arrivano per la formazione allenata da Claudio Ranieri: Baiano e Carbone fanno impazzire di gioia i tifosi fiorentini. Nella ripresa entra in campo una Juventus ancora più tosta, magnifica per intensità, determinazione, rabbia, organizzazione e qualità, ma il pallone non vuole proprio entrare. Al 74’ rompe l’incantesimo Vialli. Il capitano non esulta. Si vuole il pari. Arriva quattro minuti dopo. Non si esulta ancora. Ora si vuole la vittoria completando la rimonta. E a un minuto dal novantesimo la magia per antonomasia di Alessandro Del Piero (all’epoca ventenne): un esterno al volo impossibile solo da pensare traccia una parabola delicata che sorprende Toldo. E’ fatta. A Torino è il deliro: Lippi fuma il sigaro, la Fiorentina si dispera. Una partita entrata nel mito bianconero.

PS E in campo per i viola c’era Pioli…