22 minuti di Alex Sandro: highlights e statistiche in Juve – Siviglia

di Alex Campanelli |

Tra le accuse più o meno legittime indirizzate a Massimiliano Allegri riguardo alla partita col Siviglia, la più comune è senz’altro quella relativa all’esclusione dall’11 titolare di Miralem Pjanic e Alex Sandro. In particolare, al posto del brasiliano si è visto un Evra lontano dalla condizione migliore, che ha fatto difficoltà a rendersi pericoloso sull’out di competenza, mentre l’ingresso del numero 12 ha permesso alla Juve una maggiore fluidità di manovra e ha creato non pochi grattacapi alla comunque attenta retroguardia andalusa. Diamo un’occhiata ai 22 minuti di Sandro più nel dettaglio.

heatmap-sandro

Dalla heatmap si evince chiaramente come il brasiliano, subentrato a metà ripresa, abbia praticamente svolto il ruolo di ala aggiunta, facendosi trovare praticamente sempre sulla trequarti offensiva della Juve o addirittura all’altezza della bandierina del corner. In 22′ Alex Sandro ha messo in mezzo due cross dall’out mancino, uno decisamente ghiotto che Bonucci non è riuscito a correggere in rete, e in coppia col dirimpettaio e connazionale Alves ha confezionato una delle occasioni più nitide della gara, assieme alla traversa di Higuain:

Vera e propria ala sinistra con la palla tra i piedi e attaccante aggiunto quando la sfera viaggiava sul lato debole, con il coinvolgimento di Sandro nella manovra la Juve è migliorata notevolmente. I numeri sono impietosi: in 68′ Evra, decisamente avulso dal gioco ieri sera, ha effettuato appena 15 appoggi con successo sui 21 totali tentati, mentre il numero 12 ha completato 14 passaggi su 14 in praticamente un terzo del tempo avuto a disposizione dal francese. Anche i palloni giocati in totale danno ragione al brasiliano: 25 in 22′ più recupero contro i 43 in 68′ di Patrice; in proporzione Alex Sandro è stato il giocatore più coinvolto nel gioco della Juve, assieme a Dani Alves e Chiellini.

Il confronto dei due grafici relativi ai passaggi evidenzia in maniera lampante la differenza d’impatto, soprattutto nell’ultimo terzo di campo, dei due laterali (in blu i passaggi riusciti, in rosso quelli sbagliati):

sandro-evra-passes

Al netto dell’esperienza e delle doti dello Zio Pat, una Juventus in formato europeo può ancora permettersi di tener fuori Alex Sandro dall’11 titolare? Il momento del passaggio di consegne tra il maestro e l’allievo sembra sempre più vicino.