16 nomi della Serie A che insegue

di Gianluca Cherubini |

serie a

In un momento di apparente immobilismo sul mercato, vivendo nella convinzione che prima o poi – più presto che tardi – arrivi il primo grande colpo firmato Beppe Marotta, si è provato a rubare per qualche ora il ruolo del nostro amministratore delegato. Quindi lasciamo pure che il buon Beppe si goda il suo fresco cocktail martini in spiaggia, perché oggi una rapidi analisi su alcuni profili interessanti si fa noi.  Solo in Italia, però, isolando i  nomi più interessanti e funzionali per l’organico di Allegri di 16 squadre partecipanti alla serie A, neo-promosse escluse.E vi si spiega pure il perché.

 ATALANTA: GOLLINI 

22 anni compiuti e tanto talento alla luce del sole. La riserva di Berisha è uno dei portieri più interessanti del nostro campionato anche in relazione alla sua giovane età. Dovrà nuotare fra due squali come Meret e Donnarumma, ma tra i candidati a diventare il dopo Buffon – nessuno ne parla – ci sarebbe anche lui. Specie dopo un anno di praticantato al posto di Neto.

 BOLOGNA: MASINA 

Terzino sinistro acerbo ma di prospettiva. Per i suoi 23 anni ha fatto vedere cose discrete, sembrando in grado di impersonificare le doti offensive e difensive del fluidificante moderno. Per la Juventus lo definirei una “riserva in evoluzione”.

 CAGLIARI: BARELLA 

Classe ’97,  fa della velocità una delle sue armi migliori. Eclettico e versatile, a Cagliari ha occupato quasi tutti i ruoli del centrocampo. Da rifinire, ma tra i ventenni è sicuramente nella top 3 fra gli italiani. Marotta, infatti, già lo sa.

 CHIEVO: HETEMAJ 

Allora, a Verona è stato difficilissimo. Hetemaj perché? Perché a un buon prezzo potrebbe fare il Rincon dell’anno scorso. Gregario di sostanza e discreta qualità che in Coppa Italia può far comodo.

 CROTONE: BARBERIS 

Anche a Crotone è dura, ma questo ragazzo di quasi 24 anni ha dimostrato quantomeno una buona tempra. Da acquistare per due soldi e rivendere in futuro. A mio modo di vedere, una plusvalenza assicurata.

 FIORENTINA: CHIESA 

Se vogliamo continuare a giocare con le ali, questo è tra quelli di cui non possiamo fare a meno. È uno dei calciatori più rapidi nei primi 10 metri. Giovane, futuro campione. Sicuramente più funzionale di Bernardeschi.

 GENOA: SIMEONE 

Ovviamente da prendere e girare in prestito. Potenzialmente ha nel sangue 20 e più goal nel nostro campionato. Attaccante fisico e, per quello che ha fatto vedere nella prima parte di stagione, molto cinico in relazione alla sua età. Pensate al coetaneo Petagna…

 INTER: PERISIC 

Questo sarebbe uno dei grandi colpi. Abbiamo bisogno di uno stantuffo che arrivi sul fondo più spesso anche a sinistra. Poi è ambidestro, fa tutta la fascia, è maturo. Quella con Mandzukic sarebbe un tandem da distruzione di massa.

 LAZIO: MILINKOVIC-SAVIC 

C’è anche lui tra i centrocampisti che Marotta sta monitorando. Contando l’età (22) è già un giocatorone, ma in questo momento preoccupa la sua velocità di base. Ha il passo di Khedira e adesso servirebbe qualcosa di più dinamico nel nostro centrocampo. Tra un anno al posto di Sami sarebbe perfetto.

 MILAN: BACCA 

Pensateci, la proposta non è illogica. CON QUESTO MODULO un altro uomo d’area, solo da ultimi 16 metri, ci manca come il pane. Higuain non può fare tutte le partite, Schick è da valutare. Se ce lo regalano, perché no come vice-Pipita?

 NAPOLI: ZIELINSKI 

È uno dei miei giocatori preferiti della serie A. Basta?

 ROMA: NAINGGOLAN 

Se lo prendiamo, possiamo anche smettere di considerare altre piste dal centrocampo in su. Un paio di terzini e siamo a posto. Radja, ripensaci.

 SAMPDORIA: TORREIRA 

Questo regista classe 1996 della Sampdoria assomiglia moltissimo al primo Pizarro. Ne raggiungerà il valore assoluto, perché a 21 anni detta già il gioco come un veterano. Peccato per il fisico, ma diventerà un top.

 SASSUOLO: FERRARI 

Manca lui e facciamo i centrali della nazionale del futuro. Rugani, Caldara e Ferrari hanno dimostrato di essere tra i migliori under 23 del mondo.

 TORINO: BARRECA 

Vedendo l’europeo U21 mi sono definitivamente convinto su questo ragazzo. Non valutatelo per l’errore di mancata esperienza su Higuain nel derby. Da prendere subito. Lui e Spinazzola saranno i futuri terzini della nazionale. È un mancino velocissimo in grado di mettere in mezzo cross velenosi.

 UDINESE: FOFANA 

Anche a Udine ho fatto fatica. Mi baso su quello che ho visto la scorsa stagione: Fofana pare un centrocampista completo, in grado di fare entrambe le fasi. Per ora non è da Juve, in futuro…

 

L’undici dei colpi della serie A (3-5-1-1): Gollini, Ferrari, Masina, Barreca, Chiesa, Zielinski, Torreira, M.Savic, Perisic, Nainggolan, Bacca. (A disp.) Barberis, Hetemaj, Simeone, Fofana, Barella.