Bonucci vs Lewandowski (una domanda e una risposta)

di Juventibus |

Vi segnalo una cosa che mi sembra di essere il solo ad aver visto (e a sostenere). Riguarda Bonucci sul secondo gol di Robben.
Tutti hanno visto il fallo che ha subito a centrocampo (e che andava fischiato, impedendo la prosecuzione dell’azione che ha portato al gol) e senza dubbio il gesto di Robben è da campione assoluto.
Però, se ci fate caso, Bonucci dopo aver protestato con l’arbitro, giustamente, si rialza e scatta verso la nostra area per recuperare la posizione. Ma la sua corsa non è volta a ripristinare la linea difensiva ma innanzitutto a “saldare il conto” con Lewandowski.
Se guardate, infatti, appena rientrato in area va diritto sull’uomo per caricarlo con una spallata (a dir la verità assolutamente regolare).
Questa foga però lo porta ad un eccessivo arretramento che gli impedisce, quando Robben si accentra per calciare, di portare una chiusura efficace verso l’olandese.
Nulla da dire sulla prestazione del nostro Leo che come sempre è stata superba. Ma in quel frangente ha sbagliato.
Cosa ne dite?

Paolo Bertacco

Devo premettere che questo fallo subito da Bonucci e centrocampo continuo a non vederlo.
Dalle immagini a nostra disposizione (suggerisco ad esempio questo video) mi sembra chiaro che sia Bonucci ad andare a cercare Lewandowski, non appena si accorge che Thiago si è liberato di Cuadrado, per fare un blocco, o “body check, o comunque per bloccarne fisicamente la corsa.
E’ un movimento che nel calcio non è consentito (regola 12, pag. 129: OSTACOLARE LA PROGRESSIONE DI UN AVVERSARIO: Ostacolare la progressione di un avversario significa mettersi sulla traiettoria dell’avversario per ostruirlo, bloccarlo, farlo rallentare o costringerlo ad un cambio di direzione con il pallone non a distanza di gioco da entrambi i calciatori. Tutti i calciatori hanno diritto a prendere una posizione sul terreno di gioco; trovarsi nella traiettoria di un avversario non è lo stesso che ostacolare la sua progressione mettendosi nella traiettoria).
Ciò premesso, è vero che quando Bonucci riesce a rientrare nell’azione va subito a cercare Lewandowski, gli si avvicina e entra in contatto, ma non mi sembra che lo “carichi con una spallata” (che sarebbe irregolare: si può caricare di spalla un avversario solo se il pallone è a distanza di gioco).
Peraltro, non appena si avvede del movimento a rientrare di Robben, abbandona immediatamente Lewandowski e prova a mettersi sulla direttrice di tiro: forse una reazione di un millesimo di secondo più rapida avrebbe potuto evitare il gol, certo, ma personalmente non mi sento di qualificarlo come errore difensivo, perché comunque Bonucci doveva prendere in considerazione prima Lewandowski (che era al centro dell’area e da solo) di Robben (che era defilato e controllato da due difensori bianconeri).

Francesco Andrianopoli