10 spunti di riflessione dopo Juve-Carpi

di Maurizio Romeo |

1- Una Juve per certi versi sperimentale onora il campionato e senza strafare, anche se non gioca un match spettacolare batte il Carpi centrando la 15a vittoria consecutiva in casa dopo l’inizio da incubo con Udinese, Chievo e Frosinone.

2- Sono 245 i punti fatti dalla Juventus in 5 anni di campionati allo Stadium. Media 2,61 punti, davvero il 12° uomo.

3- Simone Zaza segna il gol n° 200 allo Stadium in 5 anni di campionato. Una media di 40 gol a stagione, con una partita ancora da giocare. Non male…

4- 25 vittorie nelle ultime 26 partite. Ci sarebbe solo da inchinarsi a una prestazione del genere… e c’è ancora chi parla di arbitri…

5- Solo 6 gol subiti in casa, a3 gol dai 9 subiti in totale 2013/14. Se aggiungiamo poi che da 10 partite, quasi 11 (987′ in totale) non si prende gol in casa… Record su record!

6- Evra niente male come esterno sinistro della difesa a 3.

7- Rugani si conferma in costante ascesa. Una autentica sicurezza. Secondo giallo (questa volta esagerato…) in due partite dopo 52 gare senza gialli. E anche questa è una notizia.

8- Fa piacere aver visto anche in bianconero una capriola di Hernanes. Chissà che il gol non dia nuovi stimoli al brasiliano.

9- Buon ritorno di Asamoah. Una buona partita di sostanza in entrambe le fasi.

10- I campioni dell’Italia siamo ancora noi. Così, fa sempre bene ricordarlo.. 😉 Bella immagine comunque allo Stadium dove alla Ola partecipano anche i tifosi del Carpi nel settore ospiti. Noi festeggiamo il 34° scudetto,  loro la speranza di una salvezza che meriterebbero tutta.

10 bis – Non amo parlare di arbitri negli spunti,ma oggi Irrati malino. Inverte qualche fallo, esagera con qualche giallo nonostante la partita sia semplice e ammonisce tutti e 4 i diffidati (alcuni gratuitamente..) che salteranno Verona, gestendo male alcune situazioni. Almeno questa volta non gli faranno cambiare il referto…