10 spunti di riflessione dopo Juve-Lazio

di Maurizio Romeo |

1- Vittoria fondamentale. Stasera la cosa migliore è stata la gestione: la sensazione è che sapessero che prima o poi sarebbe arrivato il gol. E certe cose le sai quando sei una SQUADRA,non un insieme di singoli.

2-  Un Pogba e un Dybala così valgono da soli il prezzo del biglietto.

3- Dybala era già forte, ma quest’anno ha avuto una crescita enorme. Gioca con personalità, va a prendersi il pallone a centrocampo, recupera in difesa quando non rientrano i compagni, segna… Uomo squadra.

4- Tranquillità in difesa. Rugani cresce di partita in partita e sembra un veterano di fianco a Barzagli e Bonucci.

5- Marchetti ogni volta che gioca contro la Juventus fa miracoli. Ma come spesso accade, non bastano.

6- Pogba gioca con una facilità che è impressionante, croce e delizia, sa come farti brillare gli occhi… Io uno così non lo venderei nemmeno per 150 milioni…

7- Io adoro Marione Mandzukic. La sua grinta e il suo spirito di squadra trascinano chiunque, dai tifosi allo stadio, a quelli sul divano, ma soprattutto i suoi compagni. Se poi segna pure e ti sblocca la partita… What else?

8- Un Dybala così meraviglioso ti fa venire un solo rimpianto: peccato non averlo visto a Monaco di Baviera.

9- Nona partita senza gol subiti in casa, si arriva a 897′ di imbattibilità allo Stadium (ultimo gol il rigore di Ilicic contro la Fiorentina), 70 punti conquistati su 72 nelle ultime 24 partite. Le parole di Buffon dopo il Sassuolo hanno decisamente lasciato il segno. Meno male.

10- 4 punti allo scudetto, forse 3 e mezzo considerando la differenza reti migliore. Ora intanto bisogna iniziare a vincere a Firenze per chiudere la pratica il prima possibile… magari con qualche buona notizia da Roma…