I 10 dogmi di chi non vince mai

di Riceviamo e Pubblichiamo |

In questo articolo ho riassunto quelli che sono, secondo me, i 10 dogmi in cui crede chi tifa ogni partita una squadra diversa, nella speranza che possa battere la tanto odiata Juventus. E’ toccato all’Atalanta, ma poteva chiamarsi con qualunque altro nome.
***
DOGMA n.1)

La SECONDA CLASSIFICATA è sempre la squadra col gioco supercalifragilistichespiralidoso.

– Vince l’Inter? Ah, che meraviglia la Roma di Spalletti, senza punte e con Mancini, Taddei e Totti a fare il diavolo a quattro là davanti… le  incursioni di Perrotta, De Rossi e Tommasi… squadra divina!
– Vince il Milan? Ah, che meraviglia la Lazio di Eriksson: Salas, Nedved, Conçeiçao, Vieri, Nesta… squadra solida, esperta, pragmatica ma allo stesso tempo piena di fantasia ed inventiva in fase offensiva. Meraviglia per gli occhi!
– Vince la Lazio? Ah, quanta qualità e quanta classe la Juve di Ancelotti: Davids, Zidane, Del Piero, Inzaghi, Zambrotta, O’Neill, Oliseh…non esistevano ancora gli hashtag, ma di certo quell’anno si  sarebbero sprecati i #solopiedibuoni.
– Vince la Roma? Bravi, bravissimi… però squadra bloccata in difesa, e davanti lo schema è “palla a Batigol perché qualcosa con Totti lo inventa di certo”. Mica come la Juve, che in attacco schiera Zidane alle  spalle del tridente Inzaghi-Del Piero-Trezeguet, miglior attacco e miglior difesa del campionato, fermata solo da un paio di errori del  portiere e da un gran gol sull’asse Pirlo-Roberto Baggio.
– Vince la Juve? Ragazzi, lo scudetto del bel gioco è senza dubbio vinto dai ragazzi del Napoli di Sarri, squadra migliore nel gioco dell’Ajax  71-72-73 e del Barcellona di Guardiola. Loro sì che giocano a calcio.
***
DOGMA n.2)

La Juventus in Europa non vince perché non ha gli arbitri a proprio favore.

Già, perché la squadra bianconera dal 1996 al 2018 ha giocato 6 (SEI) finali, per una media di 1 finale ogni 4 edizioni. In questi percorsi,  dal primo turno eliminatorio fino alla semifinale, la compagine  juventina ha rubato di tutto e di più…salvo poi arrivare in finale con  un arbitro che inspiegabilmente ha deciso che deve vincere l’altra  squadra. Ragionamento piuttosto macchinoso…forse un po’ forzato, che ne dite?
L’unica squadra ad aver eliminato:
– il Real Madrid 4 volte consecutive (1996 QF, 2003 SF, 2005 OF, 2014 SF)
– il Barcellona dei record (2003 QF -addirittura al Camp Nou in 10 uomini, 2017 QF senza subire gol nei 180′)
– l’Ajax di Van Gaal (1997 SF dominata 6-2 in tutto).
Senza contare qualche altro, insignificante, risultato secondario e non  degno di nota (qui elencati giusto per purissimo dovere di cronaca):
– vittoria 4-1 a Kiev contro la Dinamo di Shevchenko e Lobanovski (QF 1998)
– vittoria andata e ritorno contro il Man. City dello sceicco Mansour (GS 2015)
– vittoria 3-1 al Santiago Bernabeu (QF 2018)
– vittoria 2-0 al Santiago Bernabeu (GS 2008)
– vittoria all’Old Trafford (GS 1996)
– vittoria a Wembley (OF 2018)
– girone 1996 passato con 16 punti, 16 gol fatti e 1 subìto
– vittoria andata e ritorno contro il Bayern Monaco (GS 2004) …e scelgo di fermarmi qui, credo di aver reso più o meno l’idea di  quanto gli arbitri aiutino la Juventus (fino alla finale, ovviamente,  quando ripeto che cambiano opinione improvvisamente) a vincere da più di 20 anni contro squadre molto, molto blasonate.
Soprattutto, scelgo di fermarmi perché credo che sia già sufficientemente umiliante per chi legge e:
– non ha superato gli ottavi in tutta la sua storia
– ogni tanto subisce un 7-1 random, senza preavviso, da qualche squadra
– ha avuto UN anno di gloria dal 1965 al 2018
…chi tifa queste squadre, leggendo tutto questo potrebbe sentirsi
male. E io non sono cattivo!
***
DOGMA n.3)

Lo scudetto non conta nulla, non interessa a nessuno ormai.

…diceva la volpe del grappolo d’uva posto troppo in alto, e per lei irraggiungibile.
– Roma, Lazio: un’estate intera di festeggiamenti, tra spogliarelli e Circo Massimo.
– Inter: pur di vincere nel 2006/2007 (lo scudetto più scontato della storia del calcio italiano), la società si adoperò solertemente nella realizzazione di un aumento di capitale, per non avere brutte sorprese.
Operazione riuscita: la società nerazzurra, infatti, si vanta in molte sedi di essere nel “club dei 5”, cioè quelle società che hanno vinto 5 titoli consecutivi (nel loro caso, compreso quello del 2005 che unito a ’07-’08-’09-’10 completa una specie di “quinquennio”, che solo i nerazzurri hanno il coraggio di paragonare a quello del Grande Torino).
Però non conta nulla, non importa a nessuno.
– Milan: la gloriosa società rossonera si chiede ancora oggi se fosse più forte il Milan del Mago di Fusignano, Arrigo Sacchi (1 scudetto e 2 Coppe dei Campioni) oppure il successivo Milan di Fabio Capello (3 scudetti consecutivi e 1 sola Coppa dei Campioni), vantando i 3 scudetti 1992-’93-’94 e relativi record di imbattibilità e difensivi. Ma  attenzione, non importa a nessuno! Lo dicono i tifosi stessi, nei loro  cori da stadio (1995, a seguito dell’acquisto del fuoriclasse liberiano  Pallone d’Oro George Weah): “È arrivato Weah, lo scudetto ci  riporterà!”…ribadisco, in ogni caso, che dello scudetto non interessa  un tubo a nessuno.
– e anche all’estero, non importa a nessuno del titolo nazionale: il  Bayern Monaco festeggia 1 settimana, Barcellona e Real Madrid sono noti per i loro festeggiamenti sobri e dimessi, il Manchester City non ha mai  festeggiato, lo United o il Chelsea in effetti nemmeno. Che stolti quelli che pensano che lo scudetto sia importante!
***
DOGMA n.4)

Insultare la Juventus non è solo lecito: è giusto, educativo  e profondamente istruttivo. Sempre a patto che la Juventus taccia, subisca ed accetti senza proferire parola.

“Ladri”
“Morite”
“Orsato ha un fratello, cugino, conoscente”
“Scudetto in albergo”
“Turone, Iuliano-Ronaldo, Muntari”
“Calciopoli”
“In fuga con la Rubentus”
…senza contare necrologi, manichini appesi, sassi contro il pullman, minacce varie e reiterate, interviste faziose a 20 anni di distanza,  domande tendenziose (ogni singola partita contro la Juve, si parla  praticamente solo di arbitraggio) e titoli sensazionali su quelli che  dovrebbero essere i maggiori giornali nazionali. Ma Douglas Costa ha pubblicato UNA foto UNA volta, che ritrae un tifoso  in una piazza. Che incivile, uomo senza valore, offendi una città
intera!
***
DOGMA n.5)

Juventus = Spectre

Dovete capire che la Juventus ha potere su tutto e tutti.
radio
televisioni
quotidiani
VAR
Commissione Europea
Corte Costituzionale
Parlamento
ONU
NATO
Agnelli è in possesso dei dati di lancio dei missili nucleari USA …infatti, è in grado di controllare perfettamente tutto il sistema: fa  licenziare giornalisti di spiccata professionalità come Varriale,  Ziliani, Pistocchi, Auriemma, Alvino, Palmeri e compagnia bella. Il  potere bianconero si estende persino in Vaticano: siccome c’era Tevez  capocannoniere quell’anno, indovinate un po’ di che nazionalità hanno  scelto il Pontefice Massimo, quella marmaglia di Cardinali alle  dipendenze di Agnelli? VI SEMBRA UNA COINCIDENZA CHE BERGOGLIO SIA ARGENTINO??
***
DOGMA n.6)

Perdo da idiota? Colpa della Juve.

Il potere della Juventus è talmente TOTALE che ha fatto sì che il  famigerato 5 maggio 2002 l’Inter andasse in vantaggio DUE volte  all’Olimpico contro la Lazio. Non una…ma addirittura due!! Certo,  durante la stagione ci furono diversi episodi palesemente non regolamentari: mi viene in mente Inter-Juventus, teatro della mischia  rugbistica al 96′ in area juventina. Che corruzione questo sistema  calcio…che schifo, persino la Lazio, invece di perdere apposta, osò  giocarsi la partita: davvero assurdo!
Che poi, con ricorsi storici clamorosi, anche nello scandaloso  campionato 2017/’18, il Napoli si vide deturpato del legittimo e  meritato tricolore perché si è visto sottrarre punti nei momenti più  importanti della stagione da STORICHE ALLEATE juventine:
– Roma (4 gol al San Paolo),
– Fiorentina (3-0 con portiere inoperoso e 0 tiri nello specchio da parte del tridente delle meraviglie partenopeo)
– Torino (2-2 al San Paolo, anche qui, col Napoli in vantaggio 2 volte e 2 volte raggiunto).
Durante quest’anno, il “sistema Juve” ha altrettanto favorito la squadra bianconera, permettendole di battere corazzate come SPAL, Crotone, Atalanta (arbitraggio a senso unico anche qui, chi non tornerebbe  indietro di 14″ per guardare il VAR a centrocampo?), oltre chiaramente a vincere lo scontro diretto nel fortino dell’Allianz Stadium, proprio contro il Napoli (con annesso – ed ovvio – rigore negato, che  scandal…ehm…oh, no, era su Higuain, vabbé ma che c’entra?).
Ah, il sistema!!
***
– DOGMA n.7)

40 mln per Joao Mario, 40 mln per Douglas Costa

Siccome il “sistema Moggi” aveva obbligato con metodi mafiosi e di forte  stampo malavitoso la povera, innocente ed ingenua Inter a privarsi del capitano della Nazionale Fabio Cannavaro in cambio dello sconosciuto  portiere Fabian Carini, anche oggi le cose non sono affatto diverse. La stessa società nerazzurra ha investito per il fuoriclasse brasiliano Douglas Costa la stessa cifra che la Juventus ha investito per un mediocre giocatore, degno del bidone d’oro, di nome Joao Mario: solo con  l’aiuto del Palazzo del Potere e di questo sistema marcio la Juventus ha  vinto 7 scudetti consecutivi, mentre l’Inter ha festeggiato il 4.o posto come (se non più) festeggiò il triplete del 2010!

La storia insegna, che la storia non insegna nulla” (Alessandro
Manzoni)

Per fortuna, l’Inter riesce a mitigare i celebri errori del passato, come il sopracitato scambio Carini-Cannavaro, attraverso operazioni di  altissimo livello sia tecnico che gestionale: primo su tutti, mi viene  in mente l’acquisto di Asamoah per lasciare che Cancelo si accasi alla Juventus. Ennesima mossa geniale, ma tanto la Juve ruba e loro hanno il triplete!

– DOGMA n.8)

La Juventus in Europa conta poco.

…mentre le altre italiane, invece, si fanno davvero rispettare!

Mentre la Juve giocava 2 finali in 4 anni, un ottavo e un quarto uscendo ai supplementari (o quasi…) contro Bayern e Real Madrid, passando per il Barcellona…ecco che le fenomenali avversarie italiane mietevano successi internazionali di assoluto spicco (altroché ciò che ho elencato al dogma n.2).
A questo proposito ricordiamo:
– le imprese contro il Beer Sheva
– le imprese in casa contro il PSV già eliminato
– le imprese contro Feyenoord e Lipsia
– le imprese contro sconosciute squadre di dopolavoristi romeni, battute 6-0 nei prestigiosi preliminari di Europa League con discorsi a squadra riunita, tutti abbracciati, a centrocampo col capitano che dice “noi  siamo la squadra più forte”.
…mi fermo, perché sinceramente fa già ridere così.
***
– DOGMA n.9)

Vi aspettiamo l’anno prossimo…

Aspettiamo la Juve…
…senza Zidane che risolve le partite da solo
…senza Lippi
…senza Moggi e la Triade
…dopo Calciopoli
…senza Nedved, Trezeguet e Del Piero
…senza Conte in panchina
…senza Pirlo-Vidal-Pogba a centrocampo
…al secondo anno di Allegri, che rovina le squadre
…dopo la disfatta di Cardiff
…col VAR e 2 rigori contro le prime 2 giornate
…dopo che il Napoli fa 91 punti e la batte a Torino
…chissà cosa aspetteremo l’anno prossimo?
***
– DOGMA n.10)

Nel passato eravamo fortissimi, bellissimi, battevamo la Juve (ogni tanto) e (quando capitava) eravamo felici.

“Triplete! Mai stati in B!” dicono alcuni.
“Finale di Manchester! 7 Champions!” dicono altri.
“Grande Torino! Solo il Fato li vinse! Scudetto del ’76!” dicono in molti.
“Maradona! Pibe de Oro! Sarrismo! Bel gioco!” dicono spesso.
“Totti! Scudetto 2001! Gol di Turone!” dicono i lupacchiotti.
“Scudetto in rimonta da -9! Squadra elogiata da Ferguson!” dicono gli aquilotti.
…sicuri di aver capito che siamo nel 2019?
Fate attenzione, perché a forza di vivere nel passato rischiate di convincervi di essere ancora in quel momento e perdervi ciò che sta realmente accadnedo da 10 anni a questa parte sotto i vostri nasi, e cioé:

Stadio di proprietà.
Città sportiva “La Continassa” di proprietà.
Centro commerciale “Mondo Juve” di proprietà.
Centro commerciale “Area 12” di proprietà.
Brand in forte espansione, ricordiamo la “Juventus Night” di dicembre 2018 al Madison Square Garden di New York.
Juventus Store aperti in tutte le maggiori città del mondo, l’ultimo a Shanghai.

Juventus Soccer Schools idem come sopra.
Contratti megamilionari con Allianz, Adidas e FCA.
7 scudetti consecutivi.
4 “double” consecutivi.
2 finali di Champions.
+11 verso l’ottavo scudetto consecutivo.
Acquistato Cristiano Ronaldo.

LA JUVE È IL VOSTRO PEGGIOR INCUBO.
…già, proprio così. Disse Julio Velasco: “Chi vince, festeggia. Chi 
perde, spiega“.

Chiudo questa dissertazione con un’autocitazione:
Sol chi vince può capire
quanto sia bello gioire
per le cose che si fanno,
e giammai per l’altrui danno
…recita una strofa delle mie poesie “Rime Bianconere”.

di Luca Ottino