Roma Jvtb aperta

Evento, dal latino eventus (una J e una U e ci siamo…): caso, avvenimento, fatto avvenuto o che potrà avvenire. Il nostro avverrà e potrà avvenire di nuovo; di certo, questo 13 gennaio non è e non sarà un caso.

 

Noi e voi di Juventibus (come piace dire a Luca Momblano) ci incontriamo al mercato del Centro; maiuscolo, perché siamo nella Capitale. C’è di più: il palazzo che ci ospita è una costruzione di D’Arcangeli, che fu presidente Roma.
Storie di amore ed odio a parte, siam qui a vedere cose, salutare gente, chiacchierare con chi conosciamo e soprattutto con chi non conosciamo. Chi in trasferta dal Sud, chi dal Nord. Ogni dove, come la nostra Signora.

 

Detto di Momblano, che credo conosciate. Il boss immagina una specie di Zelig: sketch, canzoni e, udite udite, contenuti! Insomma, JVTB®. A proposito di top player, l’evento è sponsorizzato dall’amico di JTV e Mediaset (sì, pare si possa fare contemporaneamente l’occhiolino ad entrambe le emittenti) Massimo Zampini.

 

La bozza di scaletta riporta millemila nostri/vostri interventi da incasellare in tre ore; come chiedere a De Sciglio di replicare il Dani Alves di Champions, ma ci proviamo comunque.
Giornalisti, blogger e soprattutto tifosi. Parliamo e parlate di gioco del calcio, di tattica, di media, di arbitri. E abbiamo strappato alla concorrenza sfrenata la summa di nome Monica.
Gira voce di un dottore travestito da iena sul palco…Vedremo.

 

Amiche ed amici, occhio alle chiamate a sorpresa; Luca e Massimo sembrano buoni buoni…
Allora, tornando seri: fino a Roma, fino alla fine…Forza JUVENTUS.