5 motivi per cui Douglas Costa è un acquisto importantissimo

douglas costa

1) Fotografa una pesante crescita della Juventus intesa come società. Si ingaggia – per cifre importanti – uno dei top nel suo ruolo da una delle quattro squadre più forti e ricche del mondo quale è il Bayern Monaco, per giunta in un’età ancora giovane (il brasiliano compirà 27 anni a settembre). La prima volta che succede per un giocatore acquistato all’estero, un qualcosa che fino a un paio d’anni fa sarebbe stato visto come utopia.

2) Oltre a essere un grandissimo calciatore in senso assoluto, è pure pienamente compatibile con la Juventus che ha concluso la stagione, forse proprio l’esatto profilo che serviva. Si tratta infatti di un’ala che si esalta maggiormente proprio giocando larga a sinistra nel 442, per quanto sia in grado di essere anche impiegata a destra (Allegri ne sa qualcosa, visto che all’Allianz fu decisivo contro i bianconeri).

3) Una squadra con giocatori fortissimi ma non bravi ad agire nel lungo come Dybala e Higuain necessita di stare per più tempo possibile nella trequarti rivale. Douglas Costa aumenterebbe sensibilmente l’imprevedibilità e la quantità di soluzioni in avanti, trattandosi di un profilo in grado di esaltarsi sia in spazi lunghi che in spazi stretti. Inoltre, i due attaccanti argentini andrebbero a nozze con la varietà e la qualità dei cross compiuti dall’ex Shaktar.

4) La catena sinistra – tutta brazileira – con Alex Sandro sarebbe forse la più forte al mondo, e viene già da leccarsi i baffi se si pensa a loro dialoghi e/o combinazioni. Va poi aggiunto che un’ala atipica come Mandzukic per rendere aveva bisogno di un lavoro gigante da parte dell’ex Porto dietro di lui. Ora, Sandro potrà gestirsi meglio nell’arco dei 90′.

5) Per quanto non segni molto, è uno degli uomini più determinanti che si possano acquistare: tra cross, key passes, dribbling e assist (9 in 27 partite nella stagione 2015-2016) dai suoi piedi passano una quantità incredibile di gol e occasioni da rete. Insomma, è uno che decide le partite.